Aspettando Bar da incubo, ecco i migliori cinque mixologist di Milano

Inserire immagine
Davai, Milano

In attesa di un nuovo appuntamento con Jon Taffer in Bar da incubo, in onda come sempre ogni martedì alle 23 su Sky Uno, ecco una lista dei cocktail bar più ricercati nella capitale della moda milanese.

Giocare con gli ingredienti e creare nuovi mix di sapori è ciò che fanno i mixologist, variante creativa del barman. Milano, città dell’aperitivo e patria dell’ormai nazionale Negroni Sbagliato, creato nel Bar Basso negli anni Sessanta, grazie all’abilità e alla creatività di sapienti bartender presenta tante novità da assaporare.


Dal Rita, un'istituzione, al nuovo Davai, e Lacerba, passando per il posh bar Bamboo. Senza dimenticare Dario Comini, patron del Nottingham Forest, un'istituzione nel mondo del beverage italiano. In attesa di un nuovo appuntamento con Jon Taffer in Bar da incubo, ogni martedì alle 23 su Sky Uno, scopri cinque bar esclusivi di Milano.
 

Un'istituzione della Milano da bere, situato in una traversa del Naviglio Grande, leggermente più appartato rispetto ai bar di zona, il Rita & cocktails è di Edoardo Nono presenta una lista di cocktail simile ad un libretto-bibbia delle dimensioni di una cartolina dove i cocktail sono salmi religiosi. C'è la sezione Rita New Standards, dedicata ai “cocktail secchi e decisi”, gli “old-lost and found”, drink storici rispolverati e il tributo ai neo-classici.

 

Toni eccentrici, arredamento stile anni '70 e visioni che spaziano dal futurismo all'art decò. In via Orti c’è un posto piacevole, Lacerba, un buon ristorante di pesce, ma anche un posto per un ottimo happy hour. Eleganza inglese e passione per la tequila sono i tratti distintivi di Umberto Consiglio. Il suo cocktail preferito è il Manhattan. Il Maria L’Acerba è la bevanda “della casa”, con tabasco verde e vodka al peperoncino home made. Poi c’è il Q.B., una variante con tequila, basilico e liquore alla cannella, ma anche e soprattutto, il Yellow Sub-Maria, tequila infusa al peperone giallo e una spolverata di curcuma.

 

Nell'elegante Bamboo Bar situato al settimo piano dell'Hotel Armani trovano posto alcuni dei migliori liquori al mondo: dal whisky Cardhu, alla vodka Cîroc fino al il gin Tanqueray No. TEN. Il servizio è a cinque stelle. Tra le specialità di Mattia Pastori, il celebrato mixologist, c'è il Pink Fizz a base di gin.

 

Un esclusivo cocktail bar è Davai, in costante ascesa nella tribù della nightlife meneghina, in una delle zone più mondane e vivaci della città. La sua atmosfera è scanzonata e i suoi cocktail, oltre cento drink a base di vodka, sono merito di Massimo Stronati che dietro il bancone supervisiona e consiglia drink nelle sue infinite declinazioni. Il fiore all’occhiello sono le serate esclusive in compagnia di famosi bartender internazionali, il tutto in un’atmosfera cosmopolita e vivace e tanto stile.

 

Dal 2008 il Nottingham Forest di Milano è entrato a far parte dei: "great 50 bars of the world" la prestigiosa compilation stilata da "class magazine" di Londra. Dario Comini è la personalità eccentrica di questo locale che ha un parterre di premi infinito. Qui, shakerare un cocktail è un'arte che abbraccia la cucina molecolare e la sperimentazione. Si parla di bar-chef, e non è un caso.

TAG: