The Affair – Una relazione pericolosa: l’abito fa il monaco?

Inserire immagine
Quale di queste è la vera Alison?

Su Sky Atlantic il mercoledì sera è dedicato a The Affair – Una relazione pericolosa, in onda alle 21.15 con due episodi. Due amanti, due punti di vista, due modi di vedere e di sentire ciò che accade: spesso le impressioni di Alison differiscono molto da quelle di Noah, e uno dei segnali più chiari sono gli abiti indossati dai due amanti, sempre diversi nonostante si tratti delle stesse scene. Andiamo a scoprire di più direttamente dalle parole di Caroline Duncan, la costume designer della serie. continua a leggere e guarda il video

Due amanti, due punti di vista, due modi di vedere e di sentire ciò che accade: spesso le impressioni di Alison differiscono da quelle di Noah, e uno dei segnali più chiari sono gli abiti indossati dai due amanti, sempre diversi nonostante si tratti delle stesse scene: andiamo a scoprire di più direttamente dalle parole di Caroline Duncan, la costume designer di The Affair, in onda ogni mercoledì sera alle 21.15 in esclusiva su Sky Atlantic.

 

 

“Ciascuno di noi ha una sua versione della verità, e il nostro show mostra da una parte il punto di vista del protagonista maschile, dall’altra quello della protagonista femminile”, dice Joshua Jackson, l'interprete di Cole Lockhart, e qui, in fondo, è racchiusa tutta la serie. Dominic West, volto e corpo di Noah, aggiunge un’altra considerazione importante: “E’ quasi come se interpretassi due personaggi, perché Noah viene visto ogni volta da almeno due punti di vista”. E in effetti bisogna ammettere che il cast della serie è stato veramente bravo a rendere tutte le sfumature richieste dalla sceneggiatura, ma ad aiutare il pubblico c’è stato anche altro: gli abiti di scena.

 

“I vestiti che scegliamo dicono molto su chi siamo e su come vediamo noi stessi, e abbiamo un vero e proprio imprinting riguardo le persone in base a ciò che indossano”. A parlare è Caroline Duncan, la costume designer della serie, che sicuramente si sarà divertita a lavorare sul set di The Affair!

 

“Quando Noah vede Alison per la prima volta ricorda la sua uniforme di un bel giallo brillante, più corta e decisamente attillata, mentre nei ricordi di Alison la stessa divisa è di un giallo molto più spento, lunga oltre le ginocchia, con delle tasche laterali larghe, che nascondono la sua figura”, prosegue Duncan, e Ruth Wilson, l’interprete di Alison, ci spiega il motivo per cui il suo personaggio tende a vedersi così: “Dal suo punto di vista, lei sta attraversando una fase di lutto, quindi ogni cosa è spenta, sbiadita, e lei sembra isolata dal resto del mondo. Nella versione di lui, invece, [Alison] sembra uno spirito libero, è audace, è sexy, ed è allettante proprio per questi motivi”.

 

Continua poi la costume designer: “Ciò che scegliamo di indossare quando iniziamo a frequentare qualcuno di cui ci stiamo innamorando o che comunque abbiamo intenzione di sedurre è molto importante”, e a portare avanti il discorso è Maura Tierney, interprete di Helen Solloway: “E’ davvero interessante, perché uomini e donne spesso hanno prospettive molto diverse, e poi perché ognuno ricorda le cose a modo suo rispetto a chiunque altro”.

 

A proposito di Helen, Duncan ci spiega che “ogni volta che vediamo Helen dal punto di vista di Noah, lei ha uno stile molto semplice, casual, i suoi vestiti sembrano sempre molto comodi, mentre quando la vediamo dal punto di vista di Alison sembra sempre molto raffinata”, e Tierney prosegue “Sono molto più fredda, più minacciosa, sembro molto più chic. E’ divertente!”.

 

Passiamo poi ai ragazzi. “Quando stavamo decidendo come delineare Cole dal punto di vista di Noah e Cole dal punto di vista di Alison, a un certo punto è stato chiaro che Noah avrebbe chiaramente avuto un ricordo molto virile di lui, al punto da esserne un po’ intimidito, mentre quando è Alison a ricordarlo, lui è semplicemente il suo uomo, è molto più alla mano”.

 

Continua Wilson: “Spesso giriamo la stessa scena da due punti di vista: in uno i miei capelli sono tutti svolazzanti e sexy, nell’altro sono più semplici, monotoni, quasi alla Jane Eyre, dall’aria deprimente e grigia”. Ad ogni modo, come Duncan conferma, ogni decisione riguardante l’aspetto estetico dei personaggi è frutto di un lungo lavoro, anche perché il loro aspetto esteriore fa proprio parte della narrazione, e senza dubbio contribuisce alla magia dello show.

 

Stupendo Joshua Jackson nel finale della clip: “Come ti direbbe chiunque abbia mai avuto una relazione...molte cose dipendono dal punto di vista di chi osserva”. Insomma, in The Affair, così come nella vita reale, non c’è (quasi) nulla di certo, ci sono solo impressioni personali.

 

 

Vai allo speciale di Skyatlantic.it su The Affair

TAG: