TUTTE LE NEWS

TUTTI I VIDEO

Video

TUTTE LE FOTO

Aidan Gillen, il doppiogiochista più subdolo dei Sette Regni


Il Trono di Spade (Game of Thrones). La sete di potere a Westeros

Tutti ambiscono al Trono di Spade. E nella lotta per il potere nessuno è al sicuro....

In un medioevo fantastico, popolato di draghi e altre terribili creature, i membri delle più potenti famiglie di Westeros si scontrano in una lotta all’ultimo sangue fatta di intrighi, lussuria e tradimenti per il dominio dei Sette Regni. Nel frattempo, da Nord si prepara ad arrivare la minaccia di un inverno senza fine.

La serie ideata e prodotta da David Benioff e D.B. Weiss e adattamento della saga best-seller di George R. R. Martin, “Cronache del ghiaccio e del fuoco”, è arrivata alla sua sesta stagione con un successo strepitoso. Dal suo debutto nel 2011, Il Trono di Spade (Game of Thrones) ha conquistato milioni di spettatori con i suoi colpi di scena e la sua trama avvincente, in cui nulla è come sembra.

La storia della casa di Eddard Stark (Sean Bean) e dei suoi figli si intreccia con quella degli ambiziosi e  spregiudicati Lannister – spiccano Cersei (Lena Hedey), Jaime (Nikolaj Coster-Waldeau) e il “Folletto” Tyrion (Peter Dinklage) - , mentre oltre il Mare Stretto Daenarys (Emilia Clarke), ultima discendente dei Targaryen, raccoglie un esercito per tornare sul trono dei Sette Regni. All’estremo Nord, i Guardiani della Notte, tra i quali c’è anche il bastardo di casa Stark, Jon Snow (Kit Harington), difendono la barriera di ghiaccio eretta contro le forze oscure e leggendarie che vivono al di là di essa. In un mondo dove la violenza e la sete di potere non lasciano spazio alla pietà e agli ideali, re e regine, rinnegati e valorosi, si schierano apertamente o tramano nell’ombra per i propri obiettivi.

L’eccezionale successo della serie tv Il Trono di Spade (Game of Thrones) ha garantito 11 nomination agli Emmy Awards per la prima stagione, vincendo un Golden Globe (2011) e 2 Primetime Emmy Awards (2011 e 2015 ) - per l’interpretazione di Peter Dinklage come miglior attore non protagonista -, oltre a molti altri premi e una schiera di fan fedelissimi. Il cast è abilissimo nel dar vita a figure carismatiche, mai completamente positive: la piccola Arya Stark (Maisie Williams), Sansa Stark (Sophie Turner), Theon Greyjoy (Alfie Allen) sono capaci di grandi gesti di coraggio, ma sanno anche agire dominati dalla paura o dall’orgoglio. Altre volte, nel mondo ostile in cui si muovono i personaggi, un aiuto arriva dalle persone più inaspettate, come Brienne of Tarth (Gwendoline Christie) o l’ambiguo Lord Varys (Conleth Hill).

“Al gioco del trono si vince o si muore”, dice Cersei Lannister. E’ questo che incolla alla poltrona. Nella lotta per il dominio, i personaggi sono capaci di tutto, e tutto può succedere. Le vite dei protagonisti sono intrecciate e separate continuamente: gli amici diventano nemici, e nascono continuamente nuove alleanze.

Leggi tutto