Fotogallery 13 ottobre 2014

Spartacus: Gli dei dell'arena - Il foto riassunto

  • A causa della malattia di Andy Whitfield, il compianto interprete di Spartacus, Starz decise di produrre un prequel della serie per guadagnare tempo, ed ecco come nacque Gods Of The Arena. Immagini di proprietà di Starz Entertainment. SPOILER ALERT!!
  • Capua, qualche anno prima dell'arrivo di Spartacus: Quinto Lentulo Batiato e Lucrezia, ancora vivi, sognano gloria e potere insieme all'amico Solonio, che poi diventerà invece loro rivale
  • Punta di diamante della scuderia di gladiatori di Batiato è il celta Gannicus, che combatte come se ogni giorno fosse l'ultimo: sarà lui a elevare al massimo la fama del suo padrone?
  • Ecco poi Gaia, una vedova patrizia cara amica di Lucrezia. Gaia sarà ospite di Batiato e della moglie, e cercherà di far crescere la fama e il prestigio dei due, anche se con metodi non proprio onorevoli
  • Nel primo episodio compare anche una vecchia conoscenza dei fan di Spartacus: si tratta di Crisso, il futuro campione di Capua, che viene acquistato da Batiato. Il lanista, infatti, vede nel gallo del gran potenziale (e avrà ragione su tutti i fronti)
  • Batiato ha da poco preso il posto del padre Tito nella gestione del ludus. Oltre a Gannicus, amante del combattimento, del vino e delle donne, tra i migliori ci sono il cartagine Barca e l'africano Enomao, futuro Doctore
  • Gannicus ed Enomao sono migliori amici. Completa il terzetto Melitta, moglie dell'africano e schiava personale di Lucrezia
  • Ci sono però altre due giovani schiave al servizio della domina di casa Batiato: si tratta di Naevia e Diona, affascinate dai gladiatori e dalle loro doti fisiche
  • Appena arrivato, Crisso viene approcciato da Ashur e Dagan, due siriani comprati poco prima di lui. Inizialmente Crisso legherà con Ashur, ma poi i due diventeranno acerrimi nemici
  • Ulpius, il Doctore a cui devono obbedire i gladiatori, inizia i duri allenamenti delle reclute, tra cui un imbranato Crisso. Il gallo, però, è tenace, e lo sanno bene i fan della serie
  • Ed ecco i rivali di Batiato: Tullio, un uomo d'affari senza scrupoli, e il suo giovane protetto Vezio, lanista dell'unico altro ludus della città
  • Conosciamo la vera natura di Gaia, dedita ai vizi più sfrenati: vino, oppio e, ovviamente, sesso. Mentre Lucrezia si lascia sedurre dall'amica...
  • ...Batiato viene brutalmente picchiato dagli uomini di Tullio dopo essersi rifiutato per l'ennesima volta di vendere Gannicus
  • Solonio, da buon amico, cerca di mediare tra Tullio e Batiato per evitare ulteriori pestaggi. Eppure qualcosa non torna: qual è il suo vero scopo?
  • La vita nel ludus prosegue: i gladiatori novelli sono costretti a massacranti sessioni di allenamento...
  • ...mentre quelli più apprezzati da Batiato hanno addirittura stanze personali e vino a profusione. La vita non sembra poi così male per Gannicus, Enomao e Melitta, ma il destino giocherà loro brutti scherzi
  • Ashur accompagna Batiato in una spedizione punitiva contro Vezio, e uccidendo un testimone si guadagna il marchio. Questo sarà uno dei motivi che lo renderà inviso agli altri gladiatori che hanno ricevuto il marchio combattendo
  • Quintilio Vario, un nobile incaricato di organizzare i prossimi giochi, viene avvicinato da Gaia, che lo convince a passare la serata in casa Batiato
  • Vario, per puro divertimento, chiede di assistere alle doti amatoriali del campione di Capua, e Gannicus è costretto a giacere con la moglie del suo migliore amico. Alla fine Batiato si assicura una posizione di prestigio ai prossimi giochi
  • Non solo il tradimento (non voluto) della moglie: per Enomao le cose vanno anche peggio quando si trova a scontrarsi con il Doctore, stufo delle lamentele dell'africano riguardo i suoi metodi di insegnamento. Enomao vince e prende il suo posto
  • Melitta è sconvolta da quanto appena successo, addirittura non riesce neanche a guardare in faccia il marito, che però è preso da quanto appena successo e non si rende conto di nulla. Per Enomao diventare Doctore non è facile: dovrà dire addio all'arena
  • Gaia decide di festeggiare alla grande! Batiato all'inizio è perplesso, ma poi si lascia andare
  • Enomao deve adattarsi al suo nuovo ruolo di Doctore, mentre Melitta e Gannicus cercano di fare finta che tra loro non sia successo nulla. Eppure il seme della passione è stato piantato: germoglierà?
  • A casa Batiato torna il pater familias, Tito. Quinto, che ha serie problemi nel confrontarsi con l'autorità paterna, non è per niente contento, anche perchè il genitore inizia subito a criticare le sue decisioni
  • Tito cerca di appianare le divergenze tra il figlio e Tullio in modo non violento, l'odio di Batiato nei suoi confronti non fa che aumentare. Quando si dice "daddy issues"...
  • Memore dei godimenti avuti nella casa di Batiato, Quintilio Vario porta anche il suo amico Cossuzio, che chiede di vedere due schiavi fare sesso. Fortunatamente per Naevia, tocca alla povera Diona. Lucrezia non è d'accordo, ma non può dire nulla
  • Contro il volere di Batiato, Tito decide che saranno Auctus e il novellino Crisso a rappresentare il ludus ai giochi, e non Gannicus
  • Contro ogni previsione, Crisso sconfigge Auctus e si guadagna il marchio come un vero gladiatore, combattendo. Da quel momento sarà rispettato da tutti i compagni
  • Gli scontri tra Batiato padre e Batiato figlio sono all'ordine del giorno, e vanno dalla decisione di non eliminare fisicamente Tullio alla scelta dei gladiatori da far combattere: Quinto non ne può davvero più, la sua rabbia monta
  • Gaia incontra un altro nobile patrizio di sua conoscenza interessato ai piaceri della casa di Batiato. Lucrezia comincia ad avere seri dubbi sul modo che l'amica ha scelto per elevare il suo nome e quello del marito
  • Nonostante la morte di Auctus, l'amante di Barca, Crisso inizia a legare con il cartaginese
  • Ennesimo festino in casa Batiato: uno degli ospiti avvicina Naevia, ma Melitta, fortemente contraria a certe cose, salva la giovane schiava da una potenziale umiliazione
  • Melitta e Gannicus hanno seri problemi a controllarsi: eh sì, la passione tra loro sta decisamente germogliando
  • Gaia cerca di sedurre Tullio nella speranza di sposarlo e appianare i contrasti...
  • ...ma il violento Tullio la uccide. Lucrezia è devastata dalla perdita dell'amica, Batiato junior scalpita
  • Melitta e Gannicus cedono alla tentazione?
  • No, è solo un sogno della schiava. Anzi, un incubo
  • Tito organizza un torneo tra i gladiatori. Crisso combatte come un vero campione e si fa notare sempre di più
  • Diona non ce la fa più a essere sfruttata sessualmente, così decide di scappare
  • Corre voce che il "seme dei galli" sia forte e potente, e così Lucrezia, desiderosa di dare un erede al marito, decide di giacere con Crisso
  • Il torneo è quasi alla fine: gli ultimi due sfidanti sono Crisso e Gannicus
  • Il celta, distratto dal pensiero di Melitta, perde e chiede pietà. Una vera umiliazione per un campione come lui
  • Gannicus è davvero giù di morale. Melitta gli porta del vino e gli dice chiaramente di voler giacere un'ultima volta con lui, per poi toglierselo dalla mente
  • Tito si sente poco bene, e viene assistito da Lucrezia, nonostante non sia un grande fan della donna. Lucrezia gli porge un bicchiere di vino e miele...
  • ...la stessa bevanda che Melitta ha portato nella stanza di Gannicus, e che lei stessa ha bevuto. Solo che la bevanda è avvelenata! Melitta muore tragicamente tra le braccia di Gannicus, Tito muore maledicendo Lucrezia, la sua assassina
  • Enomao è informato dell'improvvisa morte della moglie e piange disperato, ma ormai è troppo tardi
  • Batiato, invece, non riesce a piangere la morte del padre. Ma, sotto sotto, un po' si sente sollevato
  • Naevia diventa la nuova schiava personale di Lucrezia. La domina le giura che nessun uomo la sfiorerà mai
  • Convinto che la morte del padre sia colpa di Tullio, Batiato lo rapisce con l'aiuto di Gannicus e Enomao. Lucrezia, infatti, ha detto al marito che il vino avvelenato era un dono di Tullio, e che era destinato a loro, e non a Melitta e Tito
  • Intanto Solonio, che per tutto questo tempo è sembrato essere dalla parte di Batiato, approfitta della situazione per accordarsi con Vezio e diventare il più grande lanista della città: d'ora in poi lui e Batiato saranno acerrimi nemici
  • Tullio viene murato vivo nella nuova arena: finalmente Batiato ha avuto la sua vendetta
  • I festeggiamenti per la nuova arena si aprono con l'uccisione di alcuni schiavi fuggitivi, tra cui Diona. I romani non perdonano
  • Finalmente ha inizio il combattimento finale: il gladiatore che sconfiggerà i rivali, l'unico rimasto, si guadagnerà la libertà
  • Durante il combattimento Ashur viene ferito alla gamba (da quel momento in poi zoppicherà), mentre Crisso viene spinto fuori dal cerchio di fuoco, e dunque fuori dai giochi, da Gannicus
  • Gannicus vince, ma la sua è una vittoria amara, dopo la morte di Melitta
  • Gannicus riceve il simbolo del suo nuovo status di liberto (ex schiavo liberato): per lui inizia una nuova vita
  • Enomao non sa del tradimento dell'amico e della moglie: l'addio di Gannicus è molto duro da sopportare per l'africano
  • Gli altri gladiatori guardano Gannicus con un misto di speranza e invidia. Finalmente vediamo il Crisso che conosciamo, il futuro campione di Capua dal viso sbarbato e squadrato
  • Questa, però, non è una storia a lieto fine, come ben sanno i fan della serie: alla fine si "Sangue e Sabbia", infatti, Quinto e Lucrezia vengono uccisi dai gladiatori ribelli. Jupiter's Cock!
/

Dopo Sangue e sabbia , ecco un altro capitolo della saga di Spartacus : stiamo parlando del prequel Gli dei dell'arena , in replica su Sky Atlantic da lunedì 13 ottobre: clicca qui per scoprire la programmazione della versione "soft" e di quella integrale

TAG: