4 ragioni per cui non potete proprio perdere Big Little Lies

Inserire immagine

La stampa internazionale ne è entusiasta: dal cast stellare alla profondità dei temi affrontati da un punto di vista tutto al femminile, ecco perché ogni donna dovrebbe seguire la nuova miniserie tv targata HBO in onda su Sky il mercoledì sera alle 21.15. Stiamo ovviamente parlando di Big Little Lies - Piccole grandi bugie, tratta dall'omonimo romanzo di Liane Moriarty: continua a leggere e scopri di più

 

Donne americane alle prese con figli e famiglia. È il panorama che fa da sfondo alla nuova miniserie targata HBO in onda su Sky Atlantic il mercoledì sera alle 21.15. Ecco i buoni motivi per non perderla.

Il cast – Le protagoniste? Sono talenti consacrati di Hollywood. Nicole Kidman, Reese Witherspoon e Shailene Woodley interpretano i tre personaggi principali, rispettivamente Celeste, Madeline e Jane. Ma anche nei ruoli di supporto spuntano stelle del cinema che nulla hanno loro da invidiare come Adam Scott, Alexander Skarsgård (lo abbiamo già visto in The Legend of Tarzan) e Laura Dern. La migliore? La Witherspoon secondo la webzine Vox: sul set è Madeline Martha Mackenzie, insoddisfatta della sua vita all’apparenza perfetta. E quella vena fragile e drammatica che si porta dietro e che la accompagna anche quando tira fuori il lato più pungente del suo carattere rende il personaggio perfettamente credibile.



Jean-Marc Vallée alla regia – La miniserie dal sapore a metà fra la commedia e il drama si basa sul romanzo Piccole grandi bugie di Liane Moriarty. Creata da David E. Kelley, a dirigere tutte le puntate è il regista canadese. Dallas Buyers Club e Wild vi dicono niente? Anche lì era lui a guidare la troupe. Con il suo punto di vista nelle riprese e i campi lunghi riesce a rendere al meglio l’idea dell’isolamento e della solitudine dei protagonisti. Come anche le lunghe sequenze senza parole che lasciano spazio al dolore dei personaggi.



Genitori Vs. figli – A tenere il pubblico incollato allo schermo è anche l’attualità del tema che fa da sfondo alla serie. Fra drammi, misteri e scontri pungenti questa volta al centro della scena ci sono i genitori, anziché i figli. Così vengono affrontati argomenti spinosi come la rivalità fra mamme e figlie, l’ossessione del controllo dei genitori sulla vita dei più piccoli e così via.

E la donna? – Le protagoniste sono mamme. Ma anche donne e mogli. Dunque Big Little Lies non perde occasione per indagare anche questo aspetto: il ruolo della donna all’interno della società, il modo in cui carriera e famiglia rischiano di scontrarsi (Renata, con il volto di Laura Dern, veste proprio il ruolo dell’antagonista: la donna in carriera che desta l’odio delle protagoniste) e il dramma della violenza e degli abusi domestici.

TAG: