Il Racconto del Reale: Abortion - La voce delle donne

Inserire immagine

Il Racconto del Reale domenica 10 dicembre alle ore 23.00 affronta un tema difficile e sempre attuale, l’aborto. Il documentario Abortion - La voce delle donne, narra tante storie diverse, mostra il punto di vista delle protagoniste, dei medici e degli attivisti impegnati su entrambi i fronti della delicata questione delle gravidanze indesiderate. Continua a leggere e scopri di più

Il Racconto del Reale domenica 10 dicembre alle ore 23.00 affronta un tema difficile e sempre attuale, l’aborto. Il documentario Abortion-la voce delle donne, narra tante storie diverse, mostra il punto di vista delle protagoniste, dei medici e degli attivisti impegnati su entrambi i fronti della delicata questione delle gravidanze indesiderate.

 

L’aborto resta un tema delicato e dibattuto in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, molti stati hanno imposto delle restrizioni a riguardo, e uno di questi è il Missouri. Qui è rimasta aperta una sola clinica abortiva, dove medici e pazienti si trovano a gestire la situazione delicatissima non senza problemi.

 

Attraverso questo documentario, la premiata regista, originaria del Missouri, Tracy Droz Tragos getta nuova luce sul caso, concentrandosi sulle protagoniste. Abortion narra la difficile decisione di come gestire una gravidanza indesiderata, presa dopo lunghe valutazioni o di getto, vissuta in modo traumatico o sbrigativo e che si conclude con una scelta che segnerà per sempre la vita della diretta interessata.

 

 

Tra la paura di un futuro non previsto, gli attivisti che si battono per la difesa della vita, i valori morali, le ambizioni personali, il sentirsi o meno pronta a fare la mamme, il caleidoscopio di emozioni che una donna vive un una così complessa situazione, è tale da far girare la testa. Non può essere minimizzato, ridotto in banco e nero, in decisioni giuste e sbagliate.

 

Tracy Droz Tragos traccia un profilo sulla realtà americana, ma che potrebbe essere quella di qualsiasi altro paese del mondo. Chi e come ha diritto a scegliere? Non è così facile dirlo.

 


 

TAG: