Emmy contro Grammy: sfida a colpi di look

Inserire immagine
Kikapress

Scollature profonde, spacchi vertiginosi? Trasparenze hot e sguardi sexy? Nient’affatto. O meglio, nulla di particolarmente esagerato! Sul red carpet degli Emmy Awards di quest’anno è andato in scena ben altro. GUARDA IL VIDEO

Se vi aspettavate scollature da capogiro, spacchi vertiginosi e trasparenze hot, sarete rimasti delusi dal red carpet degli emmy Awards 2016, che in realtà sono stati una vera e propria boccata non di aria fresca, ma di sobrietà e di eleganza.

 

Certo, qualcuno ha osato di più, qualcuno di meno, ma sempre con grande stile. Se mìse come quella che abbiamo visto al Festival di Venezia o a quello di Cannes hanno suscitato critiche per un eccesso di avvenenza, questa volta dobbiamo documentare l’esatto contrario.

 

Perfino Emily Rataikovsky, che meno di una settimana fa si era dovuta difendere dalle accuse di volgarità per l’abito indossato al party di Harper Bazar, questa volta ha optato per un look molto casto, fitmato Zan Posen. Le più coraggiose della serata sono state Heidi Klum, con cutout dress di Michael Kors, Sara Paulson che ha alzato la statuetta in Prada, e un’outsider, la campionessa di sci Lindsay Vonn, che ha mostrato la schiena nuda con una sexy apertura a cuore.

 

Insomma, per gli Oscar della Tv la parola chiave è eleganza, austerità e morigeratezza, tutto l’opposto di un altro tappeto rosso, quello dei Grammy awards, dove le star della musica non hanno paura di osare, anzi, si sfidano a chi riesce a essere più sexy. Ecco le protagoniste dello scorso red carpet: guardate Taylor Swift, con mutande in vista, Ciara, Joy Villa o Selena Gomez. Per non parlare delle modelle mozzafiato Balla Hadid e Alessandra Ambrosio.

 

 

 

TAG: