I primi 40 anni di Jonathan Rhys Meyers. FOTO

Il divo irlandese taglia il traguardo degli "anta" il 27 luglio. È noto al grande pubblico per il suo ruolo di protagonista in “Match point” di Woody Allen e per aver interpretato Enrico VIII nella serie “I Tudors”. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Spegne quaranta candeline Jonathan Rhys Meyers. L’attore è nato a Dublino il 27 luglio 1977 - I vip che compiranno 40 anni nel 2017
  • ©Getty Images
    Negli anni dell’adolescenza Rhys Meyers è un ragazzo irrequieto e indisciplinato, tanto da meritarsi a 16 anni l’espulsione dalla scuola. Nel 1993 viene notato da un agente al Victoria Sporting Club di Cork, che lo invita a sostenere un provino per il film “La guerra dei bottoni” – Jonathan Rhys Meyers: we love you!
  • ©Getty Images
    Pur non ottenendo il ruolo, continua a sostenere casting, e nel 1994 debutta al cinema con “Un uomo senza importanza”. Nel 1996 è tra i protagonisti di “Michael Collins”, e nel 1998 ottiene una certa popolarità interpretando un’eccentrica star del rock ispirata a David Bowie in “Velvet goldmine”. Nella foto, l’attore agli Orange British academy film awards 2010 – La trama di "Velvet goldmine"
  • ©Getty Images
    Il successo prosegue con la commedia “Sognando Beckham” (2002), in cui Rhys Meyers è un allenatore di una squadra di calcio femminile di cui sono innamorate le due protagoniste della pellicola. Nella foto, Meyers e la coprotagonista Parminder Nagra – La trama di "Sognando Beckham"
  • ©Getty Images
    Risalgono al 2004 “La fiera della vanità” e il kolossal “Alexander” di Oliver Stone, mentre nel 2006 ottiene il ruolo da protagonista in “Match point” di Woody Allen, che lo consacra definitivamente. Nella foto, il cast di "Match point": Jonathan Rhys Meyers, Scarlett Johansson, Woody Allen, Emily Mortimer e Matthew Goode - "Match point", la scheda del film
  • ©Getty Images
    Fanno parte della sua filmografia anche “Mission impossible III” (2006), “From Paris with love” (2010), “Shadowhunters - Città di ossa” (2013) e "La musica nel cuore - August rush" (2007). Per quest'ultima pellicola figura anche come autore di alcuni brani della colonna sonora – La trama di "La musica nel cuore - August rush"
  • ©Getty Images
    Rilevanti anche le interpretazioni di Meyers per il piccolo schermo: nel 2005 vestendo i panni di Elvis Presley nella miniserie “Elvis”. E ottiene un Golden globe come Miglior attore protagonista in una miniserie o film per la Tv - 2014: Elvis, in mostra a Londra tutta la sua vita
  • ©Getty Images
    Altro ruolo celebre è quello del re Enrico VIII, interpretato nella serie Tv “I Tudors”, che nel 2007 gli è valsa la nomination ai Golden globe per il Migliore attore in un a sere televisiva drammatica. Dal 2013 al 2014 è stato invece protagonista di “Dracula” – "I Tudors 4"
  • ©Getty Images
    Oltre che attore, Jonathan Rhys Meyers ha lavorato anche come modello, sfilando per Club Monaco nel 2001. È stato inoltre scelto come volto per la campagna primavera-estate 2006 di Versace. Nella foto, l'attore al photocall per la serie "Roots" - 20 anni fa moriva Gianni Versace
  • ©Getty Images
    A fare da contraltare ad una carriera di successo c'è una vita privata piuttosto turbolenta. Meyers (nella foto al Festival di Roma 2007) ha lottato a lungo contro la dipendenza dall’alcol, che l’ha visto entrare in riabilitazione nel 2007 e nel 2010. Nel 2011 fu trasportato d’urgenza in ospedale dopo quello che sembrava un apparente tentativo di suicidio, rivelatosi in seguito solo un’accidentale "overdose di pillole" – Jonathan Meyers in ospedale nel 2011
  • ©Getty Images
    In campo sentimentale, invece, il divo è stato legato dal 2004 al 2012 a Reena Hammer (nella foto con lui nel 2009), figlia del makeup artist Ruby Hammer. Nel dicembre del 2016 ha avuto il primo figlio, Wolf Rhys Meyers, dalla compagna Mara Lane - Le foto col figlio