Auguri Silvio Orlando, l'attore compie 60 anni. FOTO

Nato a Napoli nel 1957, l'attore ha alle spalle oltre trent'anni di carriera artistica tra cinema e teatro. Tra i premi vinti anche la Coppa Volpi a Venezia. Acclamata la sua partecipazione nella serie "The Young Pope", in onda su Sky. LA FOTOGALLERY
  • ©LaPresse
    Il percorso artistico di Silvio Orlando oscilla tra il genere della commedia e il dramma. Dopo gli esordi a teatro, la prima volta dell'attore partenopeo al cinema risale al 1987, con Gabriele Salvatores nel film "Kamikazen - Ultima notte a Milano" - Orlando nel cast di “The Young Pope”
  • ©Getty Images
    Nato il 30 giugno 1957 a Napoli e orfano di madre da quando aveva 9 anni, Orlando negli anni Ottanta lavora nei teatri della sua città. La sua carriera artistica inizia in realtà come musicista, suonando il flauto traverso - Intervista confidenziale a Silvio Orlando
  • ©Getty Images
    La svolta nella sua carriera arriva però a 30 anni con Salvatores, che gli affida una piccola parte nel suo "Kamikazen - Ultima notte a Milano". Con lui lavorerà anche in "Nirvana", capolavoro cyberpunk del 1997 - La scheda di "Kamikazen - Ultima notte a Milano"
  • ©Kikapress.com
    Grazie al suo talento, l'attore diviene ben presto uno degli interpreti italiani più noti e collabora con alcuni dei registi più apprezzati del nostro cinema. Tra tutti Nanni Moretti, che conosce nel 1989 sul set di "Palombella rossa" - La scheda "Palombella Rossa"
  • ©Getty Images
    E proprio due film di Moretti segnano tappe fondamentali per la carriera di Orlando: con “Aprile” (1998), in cui interpreta un cuoco trotzkista, e “Il caimano” (2006), in cui invece è un produttore di b-movie, vince il David di Donatello. In entrambi i casi come "miglior attore non protagonista" - L'ultimo film di Moretti
  • ©LaPresse
    Due anni dopo "Il Caimano", nel 2008, si aggiudica forse il premio più importante: la Coppa Volpi alla 65ª Mostra del Cinema di Venezia (foto), per la sua interpretazione nel film "Il papà di Giovanna" di Pupi Avati - "The Young Pope" a Venezia
  • ©LaPresse
    Nel 2000 arriva pure il Nastro d'argento come "migliore attore protagonista" in "Preferisco il rumore del mare" di Mimmo Calopresti. Il secondo lo vincerà ancora per “Il Caimano”. Tante altre le pellicole di successo: da quelle della consacrazione - “La scuola” (1995) di Daniele Lucchetti e "Ferie d'agosto" (1996) di Paolo Virzì – agli altri film con Moretti, come "Aprile" e "La stanza del figlio". Nella foto, Silvio Orlando con Pupi Avati e l'attrice Francesca Neri - Virzì miglior regista ai David
  • ©Getty Images
    Orlando porta sullo schermo i vizi e le virtù dell'uomo comune, ma ottiene consensi anche nei ruoli cameo che spesso gli vengono affidati. Del 2001 è ad esempio lo strozzino Saverio in "Luce dei miei occhi" di Giuseppe Piccioni, e va ricordata anche un'altra sua magistrale interpretazione in "Caos Calmo" (2008) di Antonello Grimaldi. - Grimaldi alla regia del “Mostro di Firenze”
  • ©Getty Images
    In questi anni Orlando coltiva anche la passione per il teatro, dove negli anni Novanta recita in coppia con Angela Finocchiaro ed esordisce anche come regista. Non disdegna neanche la tv, con apparizioni in programmi comici e fiction. Nella vita privata, è sposato dal 2008 con l'attrice Maria Laura Rondanini (in foto) - Intervista ad Angela Finocchiaro
  • Negli ultimi anni, acclamata la sua partecipazione al cast di "The Young Pope", la serie Sky diretta dal premio Oscar Paolo Sorrentino e con Jude Law nel ruolo del giovane papa, in cui Orlando interpreta il cardinal Voiello - Il cardinal Voiello