Tribeca Film Festival 2017, trionfo al femminile. FOTO

Sono stati annunciati i vincitori della 16esima edizione della kermesse cinematografica ideata da Robert De Niro. I riconoscimenti più importanti, quest'anno, sono andati tutti a registe donne. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Dal documentario al cinema di finzione, dai cortometraggi ai film internazionali: quest’anno i riconoscimenti più importanti del Tribeca Film Festival, in scena a New York dal 19 al 30 aprile, sono stati assegnati ad artiste donne. In foto, Michael Pitt, Clea Duvall e la regista Rachel Israel - New York, al via il Tribeca Film Festival
  • ©Getty Images
    Trionfatrice assoluta è stata l'americana Rachel Israel: per il suo “Keep the Change” ha vinto il titolo di miglior Film di finzione Usa e Miglior regista esordiente, oltre a ricevere la menzione speciale della giuria del premio "Nora Ephron". La pellicola racconta la storia d’amore tra due persone che vivono a New York che si incontrano in un gruppo di sostegno per adulti con disabilità – L'anteprima di 'The Circle' al Tribeca Film Festival
  • ©Getty Images
    Alessandro Nivola è stato eletto Miglior attore per la sua performance in "One Percent More Humid", in cui veste i panni di un consulente del college che instaura una relazione con una donna più giovane – Il Tribeca Film Festival si apre con l'omaggio a Clive Davis
  • ©Getty Images
    È riuscita a trattenere a stento le lacrime Nadia Alexander, premiata come Miglior attrice per la sua interpretazione nel film "Blame" – Robert De Niro a lezione di Snapchat al Tribeca Film Festival
  • ©Getty Images
    Per quanto riguarda la sezione dedicata ai film di finzione internazionali, il premio più importante è andato a "Son of Sofia", diretto dalla regista greca Elina Psykou (in foto con Willem Dafoe e Alessandro Nivola). La pellicola, ambientata durante le Olimpiadi di Atene del 2004, racconta il ricongiungimento dell’11enne Misha con la madre Sofia, che nel frattempo si è sposata con un gentiluomo conservatore più anziano di lei – Tribeca, De Niro e Pacino alla serata per il Padrino
  • ©Getty Images
    Ad un emozionatissimo Guillermo Pfening è andato il premio come Miglior attore internazionale grazie al ruolo ricoperto in "Nobody’s Watching" della regista argentina Julia Solomonoff (in foto con l’attore premiato) - Sundance 2017, i film più attesi del Festival
  • ©Getty Images
    Il riconoscimento come miglior attrice internazionale, invece, è andato a Marie Leuenberger, intensa protagonista del film svizzero "The Divine Order" - Sundance 2017: al via il Festival del cinema indipendente
  • ©Getty Images
    Alla realizzatrice di "The divine order" Petra Volpe è andato il Premio speciale Nora Ephron. Tema centrale della pellicola è la lotta per il diritto di voto alle donne portata avanti da una casalinga nella Svizzera degli anni ’70 - Festival di Berlino 2017: i film più attesi
  • ©Getty Images
    Nella categoria dedicata ai documentari ha invece trionfato "Bobbi Jene" di Elvira Lind, pellicola che segue la vita della ballerina Bobbi Jene Smith (foto), di ritorno negli Stati Uniti dopo un lungo periodo nella compagnia di danza isrealiana Batsheva. All’opera sono andati anche il premio per la Miglior fotografia e montaggio Festival di Cannes, i poster ufficiali degli ultimi 10 anni
  • ©Getty Images
    Migliori registe esordienti di un documentario sono Sarita Khurana e Smriti Mundhra (in foto) per "A Suitable Girl", che esamina la complessa situazione di tre donne indiane, combattute tra la volontà di realizzare i propri sogni e le pressioni della società che impone loro di sposarsi - Cannes, la madrina è monica Bellucci
  • ©Getty Images
    Nella categoria Miglior cortometraggio di finzione è stato premiato "Retouch" del regista iraniano Kaveh Mazaheri. Dopo essersi visto negare il visto per gli USA, il regista ha affidato i suoi ringraziamenti ad un messaggio video: "Non sono lì con voi per via delle geniali decisioni di Mr. Trump", ha spiegato l'artista - Cannes 2017, Claudia Cardinale sul manifesto: ma la foto è ritoccata
  • ©Getty Images
    Miglior cortometraggio animato è "Odd is an Egg" della norvegese Kristin Ulseth, mentre il riconoscimento come miglior cortometraggio documentario è andato a "The Good Fight" di Ben Holman. Premio speciale per "Resurface" di Josh Izenberg - Festa del Cinema di Roma, i momenti più belli sul red carpet