Da Hayez a Boldini, capolavori in mostra a Brescia. FOTO

Dal 21 gennaio all'11 giugno il Palazzo Martinengo ospiterà la mostra dedicat all'Ottocento: verranno esposte cento opere dei maggiori esponenti di neoclassicismo, romanticismo, scapigliatura e divisionismo. Si potranno ammirare tra gli altri le sculture di Canova, i quadri di Hayez, Fattori e Segantini. LA GALLERY

  • ©Fotogramma
    Palazzo Martinengo ospiterà 100 capolavori per celebrare un secolo di arte italiana. Il 21 gennaio a Brescia aprirà i battenti la mostra "Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento". Fra le opere esposte ci saranno lavori di Segantini, Canova, De Nittis e Boldini - Da Picasso a Kandinsky: le mostre in arrivo nel 2017
  • ©Fotogramma
    L’esposizione, curata da Davide Dotti, è organizzata dall’Associazione Amici di Palazzo Martinengo in collaborazione con la Provincia di Brescia. L'obiettivo è raccontare la straordinaria stagione che la pittura italiana visse nel corso del XIX secolo - IKEA Museum, se la Billy diventa un’opera d’arte
  • ©Fotogramma
    Il percorso espositivo illustrerà le correnti e i movimenti pittorici che fiorirono nel nostro Paese, rendendo il panorama creativo nazionale uno dei più dinamici a livello europeo - Se i semafori nella nebbia diventano arte
  • ©Fotogramma
    La mostra si apre con la scultura "Amore e Psiche stanti" di Antonio Canova, che incarna i canoni dell’estetica neoclassica (nella foto: "Amore e Psiche stanti" di Antonio Canova)- “Art al parabrise”: macchine e Vespe diventano tele
  • ©Fotogramma
    Il pubblico potrà ammirare alcune delle tele più rappresentative di autori neoclassici, tra cui Andrea Appiani, pittore prediletto da Napoleone e capace di evocare la sublime grazia raffaellesca (nella foto un'opera di Federico Faruffini) - Artbox, guida alle mostre italiane e internazionali
  • ©Fotogramma
    La sezione dedicata al romanticismo avrà come assoluto protagonista Francesco Hayez. Fiore all'occhiello della mostra l'opera "Maria Stuarda sale al patibolo" (nella foto), capolavoro di tre metri per due che ritrae gli ultimi istanti della celebre regina scozzese - Da Picasso a Kandinsky: le mostre in arrivo nel 2017
  • ©Fotogramma
    Tra gli altri autori romantici esposti, ci sarà il Piccio, la cui pittura anticipò gli esiti dei maestri della Scapigliatura - Il 2017 nei musei di tutto il mondo
  • ©Fotogramma
    Grande spazio sarà dedicato ai "Macchiaioli", pittori italiani attivi in Toscana negli anni '50 e '60 dell'800. Tra loro Giovanni Fattori, Silvestro Lega e Telemaco Signorini - I capolavori della collezione Guggenheim
  • ©Fotogramma
    La mostra si chiude con la rievocazione del clima culturale parigino della Belle Époque, dove vissero e lavorarono maestri quali Zandomeneghi, De Nittis e Boldini (nella foto: dettaglio di "Maria Stuarda sale al patibolo" di Francesco Hayez) - Se i semafori nella nebbia diventano arte
  • ©Fotogramma
    Di Boldini saranno esposti i ritratti femminili nei quali esaltò la bellezza della donna, "svelandone l’anima più misteriosa", come riporta il Catalogo Silvana Editoriale (nella foto: ritratto della principessa Radzwill di Giovanni Boldini) - Lo spazio espositivo della Fondazione Prada