Dai Metallica ai Rolling Stones, il ritorno dei re del rock. FOTO

Le icone della musica sono tornate in pista rubando letteralmente la scena alle nuove leve. Tra reunion attese, nuovi album e tour mondiali

  • ©Getty Images
    Nel 2016 è arrivata l’agognata reunion dei Guns N' Roses, che si sono ritovati per suonare insieme dopo oltre 20 anni in occasione del Coachella Music Festival - La reunion dei Guns N' Roses
  • ©Getty Images
    Slash e Axl Rose hanno messo definitivamente da parte i vecchi rancori e la band potrebbe festeggiare la ritrovata serenità con un nuovo album: "Stiamo lavorando al materiale nuovo. Ho molti pezzi e ne ho fatti sentire alcuni a Slash e Duff. A loro sono piaciuti e potremmo inciderli" ha spiegato il frontman - L’intervista ad Axl Rose
  • ©Getty Images
    Il neo premio Nobel Bob Dylan è invece tornato in pista lo scorso maggio con il suo 37esimo album, "Fallen Angels", in cui omaggia alcuni classici della musica americana. Il cd contiene 12 brani di compositori come Johnny Mercer, Harold Arlen, Sammy Cahn e Carolyn Leigh e portati al successo da star come Frank Sinatra, John Coltrane e Diana Krall - Bob Dylan da icona della musica a Nobel per la letteratura
  • ©Getty Images
    L'8 maggio è arrivato anche "A Moon Shaped Pool", il nono album in studio dei più importanti esponenti della scena alternative inglese: i Radiohead. Pubblicato a 5 anni da "The King of Limbs", il lavoro della band di Thom Yorke ha raggiunto la prima posizione nelle classifiche di diversi Paesi - L’ultimo album dei Radiohead
  • ©Getty Images
    Doppia sorpresa per i fan del "Boss" Bruce Springsteen, che ha festeggiato i suoi 67 anni in modo speciale: il 23 settembre è stata pubblicata la raccolta "Chapter and verse", mentre il 27 dello stesso mese, giorno del suo compleanno, è arrivata l’autobiografia "Born to Run" - Bruce Springsteen a San Siro
  • ©Getty Images
    Il nuovo lavoro di Springsteen dovrebbe invece uscire nel 2017, a cinque anni di distanza dal precedente "Wrecking Ball": "È più un disco solista che in stile cantautorale. E' un album pop con molte parti d’archi e strumentali" ha dichiarato - Bruce Springsteen si racconta a Skytg24
  • ©Getty Images
    Il 21 ottobre è la data che ha segnato il grande ritorno sulle scene, a 82 anni, di Leonard Cohen. "You want it darker" è il 14esimo album in studio dell'artista canadese, definito dal suo stesso autore "un'esplorazione della mente religiosa" - Leonard Cohen annuncia il suo nuovo album
  • ©Getty Images
    L'annuncio che gli appassionati di musica attendevano con più trepidazione è arrivato il 6 ottobre: i Rolling Stones torneranno con un nuovo album il prossimo 2 dicembre. Il lavoro, intitolato "Blue & lonesome" e prodotto da Don Was, sarà una raccolta di cover. Risale a più di 10 anni fa la precedente opera firmata da Mick Jagger e compagni, "A bigger bang" (2005) - L’annuncio dei Rolling Stones
  • ©Getty Images
    Come da tradizione, i quattro leoni del rock inglese potranno contare sulla collaborazione di molti amici strumentisti e di una guest star di eccezione: Eric Clapton. I Rolling Stones hanno anche già condiviso alcuni assaggi dal cd: la loro versione di "Just your fool" di Little Walter e la cover di un brano dell’armonicista statunitense Little Walter, "Hate to see you go" - La mostra dedicata ai Rolling Stones a Londra
  • ©Getty Images
    Non hanno nessuna intenzione di ritirarsi dalle scene nemmeno i Bon Jovi. "This House is not for sale", il nuovo album della band, sarà in vendita dal 4 novembre. Si tratta del 14esimo lavoro del gruppo che arriva a distanza di 3 anni da "What about now". Il disco è stato anticipato lo scorso agosto dal singolo omonimo - Bon Jovi a San Siro
  • ©Getty Images
    Per il suo prossimo album, in uscita l’11 novembre, Sting ha scelto un titolo piuttosto suggestivo, ovvero "57th & 9th" dal nome della strada che l'ex Police attraversava tutti i giorni per andare in studio a New York. Nel cd, come ha spiegato il cantautore britannico, ci sarà spazio per diversi stili musicali - Sting all’Earth Day
  • ©Getty Images
    Nella tracklist figurano "50.000", un brano dedicato a Prince, "One Fine Day" sui cambiamenti climatici e "Inshallah", che racconta di migranti in viaggio per l’Europa. "Ho anche registrato una versione di Inshallah con alcuni musicisti siriani che vivevano a Berlino, che hanno fatto la traversata, una coppia di loro era di Aleppo. Li ho incontrati, ascoltato le loro storie e ho chiesto il permesso di fare questa canzone" ha raccontato il cantante - Sting racconta il suo nuovo album
  • ©Getty Images
    Bisognerà attendere fino a inizio primavera 2017 per "Spirit", nuovo album dei Depeche Mode che arriverà a distanza di 4 anni da "Delta Machine" del 2013. "Il nuovo disco è pervaso da un senso edificante, ha un suono incredibile e ne siamo veramente fieri" ha spiegato Dave Gahan - I Depeche Mode a San Siro
  • ©Getty Images
    Poco dopo l'uscita dell’album comincerà anche il "Global Spirit Tour" che vedrà impegnata la band inglese in tre stadi italiani a Roma (25 giugno), Milano (27 giugno) e Bologna (29 giugno) - Il tour dei Depeche Mode
  • ©Getty Images
    Pronto a tornare in pista anche uno dei gruppi metal più influenti di tutti i tempi. Il 18 novembre uscirà il doppio album "Hardwired…To Self-Destruct". La firma? Quella dei Metallica - I Metallica al rock in Rio
  • ©Getty Images
    "Hardwired…To Self-Destruct" è composto da due cd, per un totale di 80 minuti di musica. La versione deluxe conterrá un terzo disco aggiuntivo. I rocker californiani sono tornati in studio di registrazione dopo ben 8 anni: il loro precedente lavoro, "Death Magnetic", risale al 2008 - Le canzoni dei Metallica tra i classici immortali degli anni 90