Sony World Photography Awards 2016, ecco i vincitori

Ecco i vincitori delle categorie riservati a fotografi professionisti nel concorso che vanta il maggior numero di partecipanti al mondo. Anche tre italiani tra i trionfatori. Gli scatti saranno in mostra a Londra fino all'8 maggio. LE FOTO

  • I Sony World Photography Awards, organizzati dalla World Photography Organisation, rappresentano il più grande premio fotografico al mondo. Questi e altri scatti saranno esibiti in una mostra presso la Somerset House di Londra fino all'8 maggio. Il deserto della Namibia è uno dei paesaggi più suggestivi del mondo. Come testimoniano gli scatti di Maroesjka Lavigne che sono valsi alla fotografa il premio nella categoria “Paesaggi” - Credit: Maroesjka Lavigne - World Photography Organisation
  • La Namibia è uno dei Paesi con la più bassa densità di popolazione al mondo ed è caratterizzata da colori ricchi in un paesaggio scabro ma molto vario - Credit: Maroesjka Lavigne - Routine is fantastic, donne in fuga dalla guerra
  • Nella categoria “Cronaca” il primo premio è stato assegnato al fotografo greco Angelos Tzortzinis per una serie di immagini che documentano gli sbarchi di rifugiati nelle isole elleniche - Credit: Angelos Tzortzinis - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori
  • Il premio per la categoria “Persone” riservata ai fotografi professionisti è andato al fotografo Kevin Frayer per una serie di scatti che documentano alcuni gruppi di nomadi tibetani - Credit: Kevin Frayer - Ladies for human righs, mostra a Bologna
  • Sono sempre meno i nomadi sugli altipiani tibetani, una cultura e delle tradizioni che rischiano di scomparire - Credit: Kevin Frayer - Le mulieres di Milo Manara in mostra a Salerno
  • I premi del Sony World Photography Awards parlano anche italiano. Nella categoria “Staged” ha infatti vinto il fotografo tricolore Alberto Alicata, che usa simboli della cultura contemporanea come le Barbie per rivisitare la storia della fotografia - Credit: Alberto Alicata - Wildlife Photographer of the Year: la Natura in mostra. FOTO
  • Alicata si diverte a ricreare con meticolosa precisione alcuni grandi scatti della storia della fotografia realizzati da artisti come Irving Penn, Richard Avedon, Guy Bourdin, David Lachapelle e Mario Testino - Credit: Alberto Alicata - Le immagini del pianeta terra in mostra
  • Il primo premio nella categoria “Campagne” è andato al fotografo kosovaro Jetmir Idrizi per una serie di scatti che esplorano il tema del genere attraverso foto di transessuali - Credit: Jetmir Idrizi - Smithsonian Institution, natura e animali: le immagini più belle
  • Le foto di Jetmir Idrizi esplorano le varie modalità con cui i transessuali esprimono la propria identità - Credit: Jetmir Idrizi - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori
  • La serie “Aspettando l'uomo delle caramelle” ha vinto il primo premio nella categoria “Candid”. Si tratta di scatti realizzati a Cuba che riflettono tutti sul tema dell'attesa - Credit: Kirstin Schmitt - Il pranzo delle balene nel Golfo di Thailandia
  • Le foto di Kirstin Schmitt, che si sono aggiudicate il primo premio nella categoria “Candid”, parlano di attesa: attesa del momento giusto, attesa del domani, attesa di qualcosa o qualcuno che porti redenzione - Credit: Kirstin Schmitt - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori
  • Due astronauti che osservano un panorama desolato in quello che sembra un altro pianeta. Eppure questi scatti, che sono valsi a Julien Mauve il primo premio nella categoria, riprendono i protagonisti nelle pose tipiche dei turisti contemporanei - Credit: Julien Mauve - Wildlife Photographer of the Year, i vincitori del 2014
  • Un selfie su un altro pianeta? Nelle foto di Julien Mauve è possibile - Credit: Julien Mauve - Olanda, il debutto dei piccoli ghepardi
  • Un reportage su alcune città della West Virginia, dove una volta l'estrazione di carbone rappresentava una delle risorse principali e dove ora la crisi economica la fa da padrone, è valso al norvegese Elpen Rasmussen il primo premio nella categoria “Vita quotidiana” dei Sony World Photography Awards - Credit: Espen Rasmussen - Berlino, cani e gatti in mostra per la mostra degli animali
  • In alcune cittadine della West Virginia come Beckley o Mullens, dove il carbone era l'unica risorsa, la crisi economica porta droga e violenza e i giovani sono costretti ad andarsene - Credit: Espen Rasmussen - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori
  • Le foto scattate dalla fotografa francese Amélie Labourdette ritraggono edifici non completati nel sud del nostro Paese. Queste immagini hanno vinto il premio nella categoria “Architettura” - Credit: Amélie Labourdette - Scatti d'autore, i reportage di Francesco Cito in mostra
  • Le foto di edifici la cui costruzione non è mai finita realizzate da Amélie Labourdette rappresentano una sorta di archeologia del presente - Credit: Amélie Labourdette - Routine is fantastic, donne in fuga dalla guerra
  • Asghar Khamseh, fotografo iraniano, si è aggiudicato il premio nella categoria “Questioni contemporanee” per una serie di foto su persone sfigurate dall'acido - Credit: Asghar Khamseh - Wildlife Photographer of the Year: la Natura in mostra. FOTO
  • Attacchi con l'acido sono compiuti per lo più ai danni di donne e bambini ma non mancano vittime maschili - Credit: Asghar Khamseh - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori
  • Uno scatto realizzato dal fotografo italiano Marcello Bonfanti che si è aggiudicato il premio premio nella categoria ritratti per una serie di foto che hanno documentato il lavoro di Emergency in un centro per il trattamento dell'Ebola in Sierra Leone durante l'epidemia che ha colpito il Paese lo scorso anno - Credit: Marcello Bonfanti - Scatti d'autore, i reportage di Francesco Cito in mostra
  • Lo sport è fatto di vincitori e di vinti e Nikolai Linares ha deciso di concentrarsi su questi ultimi, ovvero sui pugili che hanno perso la finale in un torneo organizzato a Copenhagen in Danimarca - Credit: Nikolai Linares - Routine is fantastic, donne in fuga dalla guerra
  • Uno dei pugili sconfitti nella serie di ritratti realizzata dal fotografo danese Nikolai Linares - Credit: Nikolai Linares - Wildlife Photographer of the Year: la Natura in mostra. FOTO
  • Un pomodoro. E' questo lo scatto che si è aggiudicato il primo premio nella categoria “Natura morta” andato all'italiano Francesco Amorosino che ha deciso di riflettere sul lavoro degli stagionali che nel sud Italia ogni anni partecipano alla raccolta di questi ortaggi - Credit: Francesco Amorosino - Sony World Photography Awards, un italiano tra i vincitori