Dai primi ritratti ai selfie, quando la fotografia è spettacolo

Non solo documentazione della realtà. Le immagini riprese da un obiettivo possono anche divertire e intrattenere. Come documenta una mostra alla Tate Gallery di Londra, che ripercorre la relazione tra fotografia e performance dalle prime macchine di fino '800 agli auto-ritratti compulsivi della cultura di Internet. FOTO

  • Amalia Ulman è un’artista argentina che ha condotto la performance artistica “Excellences & Perfections” su Instagram, dove ha costruito un finto personaggio attraverso più di 160 foto. Prima ha inscenato la ragazza di provincia che andava a Los Angeles per diventare una modella; in realtà diventa una “sugar baby” fino a quando non incontra un ragazzo. Ulman ha acquistato vestiti nei negozi (che ha poi restituito) e messo in scena presunte operazioni di chirurgia estetica. Dopo aver attirato centinaia di migliaia di follower, ha rivelato che era tutto finto. L’obiettivo era dimostrare come sia facile manipolare gli utenti online, così come lo era con il cinema e la televisione (Credit: Amalia Ulman, Excellences & Perfections (Instagram Update, 8th July 2014),(#itsjustdifferent), 2015 Courtesy the Artist & Arcadia Missa) - Informazioni sulla mostra
  • La mostra della Tate Gallery, in programma dal 18 febbraio al 12 giugno, espone anche le prime fotografie fatte per intrattenere. Come i celebri scatti di fine ‘800 di Nadar con il mimo Charles Deburau travestito da Pierrot - Credit: Wikimedia/Nadar: Charles Deburau as Pierrot, c. 1855.
  • La mostra dà molto spazio ad alcune delle più note performance riprese con la fotografia. Come quelle di Yves Klein negli anni ’60, dalla famosa “Anthropometrie de l’epoque blue” con i corpi di donne nude all’altrettanto noto “Saut dans le Vide”: quest’ultimo è stato inscenato grazie a un fotomontaggio di cui si potrà vedere la ricostruzione nella mostra della Tate (Credit: KENDER, János (1937–1983) and SHUNK, Harry (1942–2006), Yves Klein's 'Saut dans le Vide', Fontenay-aux-Roses, France, 1960, 360 x 280 mm, Photograph: Shunk-Kender © J. Paul Getty Trust. All rights reserve) - Le super-donne di Bettina Rheims in mostra a Parigi. FOTO
  • Negli anni ’30 Eikoh Hosoe ha realizzato la serie Kamataichi in collaborazione con il coreografo e fondatore del movimento Butoh Tatsumi Hijikata (Credit: Eikoh Hosoe, b 1933, Simmon: A Private Landscape, 1971, Eikoh Hosoe courtesy of the artist, Akio Nagasawa Gallery | Publishing (Tokyo) and Jean-Kenta Gauthier (Paris) © The artist) - Pickers From the World, a Milano va in mostra la fotografia mobile
  • La mostra presenta più di 500 immagini realizzate in un arco temporale di 150 anni (Credit: Jimmy De Sana, Marker Cones, 1982, Medium C-print on paper © Courtesy of Wilkinson Gallery, London and The Estate of Jimmy De Sana) - “Quindici Percento”, una mostra fotografica sulla disabilità nel mondo
  • Dall’arte della recitazione e della messa in scena a quella dello humour e dell’improvvisazione: la mostra della Tate esplora i diversi aspetti della performance fotografica (Credit: Claude Cahun, 1894 - 1954, Self Portrait, 1927, Image courtesy of the Wilson Centre for Photography) - Giulio Obici, il flaneur detective in mostra a Venezia
  • Il fotografo russo Boris Mikhailov ha sempre giocato sul filo della documentazione/manipolazione delle foto (Credit: Boris Mikhailov b.1938, Crimean Snobbism, 1982, Courtesy of the artist and Sprovieri Gallery, London. © Boris Mikhailov) - La mostra di Mikhailov a Torino
  • Dai primi autoritratti ai più moderni selfie, le immagini in cui il fotografo si riprende da solo forse quelle più rappresentative del lato “performativo” della fotografia. Tra i più innovativi in questo genere si segnalano Masahisa Fukase (qui in foto), Lee Friedlander, Andy Warhol, Jeff Koons (Credit: Masahisa Fukase, From Window, 1974, Courtesy Michael Hoppen Gallery © Masahisa Fukase Archives) - Oltre le mura di Roma, le periferie della Capitale in mostra al Macro
  • Ekaterina è un progetto fotografico di Romain Mader realizzato in una città ucraina creata nel 2007 da un gruppo di investitori tedeschi interessati a speculare sul business dell’economia sessuale. Mader ha messo in scena la ricerca di una partner da sposare (Credit: Romain Mader, Ekaterina: Mariage à Loèche-les-Bains (Marriage in Leukerbad), 2012, 400 x 500 mm © Romain Mader / ECAL) - "Women: New Portraits", in mostra i nuovi ritratti di Annie Leibovitz
  • Erwin Wurm è stato uno dei primi autori a realizzare performance fotografiche, senza per forza vederle come opere derivate di spettacoli teatrali o performance artistiche (Credit: Erwin Wurm, b.1954, One Minute Sculpture, 1997, c-print, Courtesy the artist and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong) - Arte e fotografia, le grandi mostre in arrivo nel 2016