Scala, il 2016 inizia sui passi di una nuova Cenerentola: FOTO

"Cinderella", il balletto sulle note di Prokofiev nella versione firmata del coreografo Mauro Bigonzetti, è in scena fino al 15 gennaio. Una novità assoluta che ha subito riscosso successo, come dimostrano i 15 minuti di applausi alla prima. Protagonisti Roberto Bolle e Polina Semionova, ma sono tante le star sul palco. GALLERY

  • "Cinderella", nella nuova versione del coreografo Mauro Bigonzetti, ha aperto la stagione del balletto al Teatro alla Scala di Milano. Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - LE FOTO DEL BACKSTAGE
  • La nuova creazione del balletto riesce a mettere in evidenza le capacità espressive di un cast guidato da Polina Semionova e Roberto Bolle, la Cenerentola e il Principe di questa rivisitazione della fiaba di Perrault. Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - LE FOTO DEL BACKSTAGE
  • L'ultima presenza di questo titolo in Scala risale al 2006; dopo dieci anni, la celeberrima favola di Perrault porta una novità al repertorio. Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Scala, un grande Gala per l'ultimo atto di Expo
  • "Non aspettatevi un altro 'Romeo e Giulietta' - ha detto il coreografo Bigonzetti nella conferenza stampa di presentazione citando un precedente lavoro - la mia chiave di lettura qui è Prokofiev (stesso compositore di entrambi i balletti, ndr), dentro la partitura c'è tutto". Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - LE FOTO DEL BACKSTAGE
  • Per quanto riguarda la fiaba Bigonzetti, spiegando la sua coreografia, torna indietro e ricorda i racconti della nonna: "Con questa storia mi insegnò che per avere ciò che desideri e raggiungere la felicità devi pagare un prezzo e accettare una condizione pesante". Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Scala, un grande Gala per l'ultimo atto di Expo
  • Una condizione però non di servitù, come da tradizione di Perrault: "Niente scope, cenci, stracci e piumini, ma la mia Cenerentola è ancora affascinata dal fuoco" ha spiegato il coreografo. Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - LE FOTO DEL BACKSTAGE
  • E, soprattutto, niente scarpetta. La Cenerentola di Bigonzetti perde infatti la gonna e non la scarpetta. "La scarpa non mi dava elementi corporei e coreografici su cui lavorare - ha detto Bigonzetti - e poi lasciare Cenerentola in mutandine mi divertiva!". Archivio Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Scala, un grande Gala per l'ultimo atto di Expo
  • Le due stelle della danza Roberto Bolle e Polina Semionova hanno diviso la gloria delle prime recite con il trio delle 'cattive', le sorellastre Antonella Albano e Virna Toppi e la matrigna Stefania Ballone. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Bolle, viaggio nella bellezza
  • Ma sono tante le star che si alternano nei ruoli principali. Nella foto la prima ballerina della Scala Nicoletta Manni. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - LE FOTO DEL BACKSTAGE
  • Accanto alla prima ballerina della Scala Nicoletta Manni, nel ruolo del principe, Christian Fagetti. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Bolle, viaggio nella bellezza
  • Per la "Cinderella" di Mauro Bigonzetti, Maurizio Millenotti ha firmato i costumi, Carlo Cerri le luci, il disegno scenografico e il design video assieme a Alessandro Grisendi e Marco Noviello. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Bolle, viaggio nella bellezza
  • Sul podio, a conferma dell’attenzione e della cura per la direzione d’orchestra anche sui titoli di balletto, uno specialista del repertorio russo, Michail Jurowski. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Scala, un grande Gala per l'ultimo atto di Expo
  • Nei ruoli principali si alternano anche Virna Toppi con Jacopo Tissi, Alessandra Vassallo con Marco Agostino e Antonina Chapkina con Jacopo Tissi. Archivo Fotografico Fondazione Teatro alla Scala. Foto: Brescia-Amisano - Bolle, viaggio nella bellezza