“Madonna. The Rise of a Star”, la mostra sugli esordi di Lady Ciccone

Prosegue fino al 10 gennaio, presso la galleria ONO Arte Contemporanea di Bologna, una collettiva di foto della pop-stor risalenti ai primi anni ’80. Quando si esibiva nei locali notturni con una cassetta registrata e dava spettacolo anche per le strade di New York. Guarda le immagini di Peter Cunningham, Deborah Feingold e George DuBose

  • 1982. Peter Cunningham, fotografo canadese con studio a New York, riceve una telefonata per andare a fotografare una nuova cliente della Warner Bros: si chiama Madonna e fino ad allora aveva inciso solo una demo, ma già viene presentata come "la nuova Marilyn Monroe”. Il risultato è una serie di scatti che, dal 19 novembre al 10 Ottobre saranno in mostra alla galleria ONO di Bologna, per la mostra che ripercorre gli esordi di Madonna attraverso foto d’autore © 2015, Peter Cunningham - Informazioni sul sito di ONO Arte Contemporanea
  • Altro scatto del 1982 di Peter Cunningham. Spiegano i curatori della mostra: “Il giorno fissato per lo shooting Madonna si presenta sola, e da sola si trucca e prepara gli abiti per il servizio, compresi di cintura borchiata che le penzolava fino a metà gamba. Dal momento in cui Cunningham impugna la macchina fotografica (…) Madonna inizia a scherzare e a giocare e ad ogni cambio d'abito segue un cambiamento della sua personalità, della “persona” che mette in scena”. © 2015, Peter Cunningham - Torino, è partito il conto alla rovescia per Madonna
  • Alla fine il servizio fotografico con Cunningham dura più di 6 ore. “Non si limita unicamente allo studio di Cunningham ma scende per le strade di New York, a Soho, dove Madonna continua a “performare” davanti all'obiettivo: corre e salta coinvolgendo gli ignari passanti, gioca a nascondino nei vicoli tra le case, si abbassa la zip dei pantaloni sui gradini di una chiesa o finge di essere crocifissa sulla staccionata di un giardinetto”. © 2015, Peter Cunningham - iHeartRadio Awards, Madonna e Taylor Swift insieme sul palco
  • “Qualche giorno dopo è Madonna stessa che passa nello studio di Cunningham per recuperare i provini delle foto e lui ricorda che, per quanto gli piacesse umanamente, non avrebbe mai pensato che sarebbe diventata una artista di tale portata. Ma è evidente che Madonna stava già mettendo insieme gli elementi che avrebbero contraddistinto la sua rapida ascesa: oltre al talento, per diventare una icona culturale, sono necessari anche una sicura presenza scenica e una forte consapevolezza verso i propri obiettivi futuri”. © 2015, Peter Cunningham - Madonna cade dal palco ma si rialza: e lo show prosegue
  • Più o meno nello stesso periodo (1982), la giovane Madonna viene immortalata anche dalla fotografa Deborah Feingold per la rivista Star Hits. © Deborah Feingold - Madonna festeggia il compleanno in Costa Azzurra. FOTO
  • Le foto di Deborah Feingold vengono scattate nello stesso appartamento della Feingold, che veniva utilizzato anche come studio. © Deborah Feingold - Pussy Riot e Madonna insieme sul palco. FOTO
  • Per quanto sia solo agli esordi della sua carriera, anche davanti all’obiettivo di Deborah Feingold Madonna fa subito capire di avere la stoffa di una grande pop-star. © Deborah Feingold - La chitarra di John Lennon venduta per 2,4 mln di dollari
  • La mostra “Madonna. The Rise of a Star” sarà aperta dal 19 novembre fino al 10 gennaio 2016 presso la Galleria ONO Arte Contemporanea di Bologna. © Deborah Feingold - "Hello" di Adele da record, boom di visualizzazioni e tante parodie
  • In mostra anche i ritratti fotografici di George DuBose che risalgono a un anno prima, il 1981. Il fotografo venne contattato per riprendere una nuova band che si esibiva all’Uncle Sam di Long Island. Spiegano i curatori della mostra: “Gli venne detto di focalizzarsi soprattutto sulla cantante, Madonna, che anche in quell’occasione cambiò numerosi abiti di scena, confermando un trasformismo che negli anni sarebbe diventato quasi un marchio di fabbrica”. © George DuBose.com - Spotify e le canzoni immortali degli anni '90
  • Altro scatto di DuBose, risalente al 1981. “DuBose, che all'epoca era uno dei fotografi che immortalava la vita notturna newyorkese, la rincontrò la stessa sera in un altro locale di Manhattan, il Danceria, in cui Madonna si esibiva cantando e ballando sulle note registrate di una cassetta accompagnata solamente dal fratello e da una ballerina di colore”. © George DuBose.com - In mille suonano i Foo Fighters: "Venite a Cesena". La band: "Ci vediamo presto"
  • La sera stessa che Madonna venne ripresa da DuBose fu notata da moltissime persone, che iniziarono a chiamarla per esibizioni da tutto il nord degli Stati Uniti. © George DuBose.com - Amy Winehouse, a 4 anni dalla scomparsa arriva il film
  • Nella mostra di Bologna saranno presenti anche altre foto di Peter Cunningham, che fanno parte di un rullino che il fotografo pensava di aver smarrito. Saranno esposte alla ONO Gallery per la prima volta in anteprima mondiale. © George DuBose.com - Spotify, la mappa delle canzoni “locali”