"Luci sul '900": a Firenze la pittura del XX secolo. FOTO

Dal 28 ottobre all'8 marzo, per festeggiare i suoi 100 anni, la Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti espone per la prima volta le sue collezioni novecentesche. Alla scoperta della scuola toscana, soprattutto, ma anche di Giorgio De Chirico. GALLERY
  • La Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti a Firenze celebra il centenario della sua fondazione con l'apertura, dal 28 ottobre all'8 marzo, di un museo che getta "luci" sul Novecento (per esempio, sulla tela di Felice Carena, "Gli apostoli", del 1926) - Un'altra esposizione in Toscana: Modigliani a Pisa
  • "Luci sul '900" (sopra, Mario Sironi, Meriggio, 1931-32) è un vero e proprio museo nel museo, visto che la Galleria ospita soprattutto una collezione di dipinti macchiaioli presentata come "la più vasta e importante al mondo" - Visitare la Galleria
  • Per la Galleria d'arte moderna, nota per i dipinti macchiaioli, l'esposizione di collezioni del '900 è l'occasione per svelare un tesoro rimasto sommerso per mancanza di spazio (Filippo De Pisis, Natura morta con ragnatele, 1951) - In corso a Roma "Full Color", le foto di Fontana
  • "Luci sul '900" è insomma "più di una mostra, è la prova per un percorso museale di capolavori per lo più inediti del secolo scorso, che speriamo possano finalmente trovare una collocazione stabile" (Primo Conti, Ritratto di Lyung- Yuk, 1924) - Autunno in mostra: gli appuntamenti da non perdere
  • Tra gli artisti esposti, alcuni tra i principali rappresentanti del '900 come Giorgio De Chirico (nella foto, la sua "Natura morta con peperoni e uva" del 1930), Felice Carena, Felice Casorati, Filippo De Pisis, Giuseppe Capogrossi e Guido Peyron - Arte e guerra: così la Toscana salvò i suoi capolavori
  • Importante interprete della cultura figurativa italiana del secolo scorso, Gino Severini è presente alla mostra della Galleria fiorentina con la sua "Natura morta con maschera", 1930-32 - Da New York a Parigi, l'agenda mondiale dei prossimi appuntamenti
  • Più numerose sono comunque le opere del gruppo del Novecento toscano di Giovanni Colacicchi e Baccio Maria Bacci (nella foto, il suo "Solaria alle Giubbe Rosse", 1930-1940) - Autunno in mostra: gli altri appuntamenti da non perdere
  • Anche gli altri artisti della scuola toscana esposti alla mostra erano vicini alla rivista "Solaria" e al caffè delle "Giubbe Rosse", che resero culturalmente viva Firenze negli anni Venti (Felice Casorati, Rape, 1938) - Autunno in mostra: gli appuntamenti da non perdere
  • Accanto alle tele trovano spazio anche sculture come "Narciso", una statua fusa in bronzo realizzata da Francesco Messina nel 1946 - Visitare la Galleria
  • O come il busto fuso in bronzo di Medardo Rosso, "Rieuse (Donna che ride)", del 1897 circa - In corso a Roma "Full Color", le foto di Fontana
  • Alla fine della mostra, l'8 marzo, la collezione novecentesca rimasta finora in deposito dovrebbe trovare una collocazione stabile nelle ultime sale di facciata della Galleria (Alberto Savinio, Orfeo e Euridice, 1951) - Mostre: tutti gli aggiornamenti