Re Giorgio (Armani) compie 80 anni. FOTOSTORIA

Da vetrinista di un grande magazzino a icona della moda: lo stilista piacentino spegne 80 candeline. Le sue creazioni hanno calcato le passerelle di tutto il mondo, fino a conquistare la copertina di Time e finendo nel mirino degli animalisti. VIDEO
  • Classe 1934, lo stilista piacentino Giorgio Armani l’11 luglio spegne 80 candeline. E lo fa senza alcuna intenzione di abbandonare le passerelle di moda – - Guarda il video
  • Con 8,5 miliardi di dollari di patrimonio, Re Giorgio è stato classificato dalla rivista americana Forbes come il quarto uomo più ricco d’Italia (e il 131esimo più ricco del mondo) – Chi sono i 10 paperoni italiani
  • Dopo una breve passione per la medicina (ha lasciato l’università dopo il terzo anno), si è avvicinato al mondo della moda iniziando come vetrinista a La Rinascente, per finire in pochi anni a fondare la sua casa di moda – Milano donna: Lo stile chic retrò di Giorgio Armani
  • Giorgio Armani compie 80 anni, ma il Re Giorgio stilista non ha ancora raggiunto i quaranta: la sua prima collezione è stata presentata nel luglio del 1975, riscontrando un grande consenso di pubblico e critica – Victoria Beckham si spoglia per Armani
  • Di quella prima sfilata Armani dice: “Andò in passerella di tutto. Facemmo i tessuti in casa: ricordo che su un lino disegnammo i pois col pennarello” – Il Festival di Roma secondo Armani
  • Il marchio Armani si è affermato in tutto il mondo. Nel 2013 l’azienda ha fatturato 2,186 miliardi di euro, registrando un aumento del 4,5% rispetto al 2012 – Auguri a Giorgio Armani
  • Giorgio Armani fa rima con “grège”: Re Giorgio non si è limitato a creare abiti, ma ha anche inventato un nuovo colore, una nuance data dalla fusione del beige e del grigio – A Dubai il primo Armani Hotel
  • Il primo a credere in lui è stato Nino Cerruti del Lanificio Fratelli Cerruti, che negli anni '60 lo ha accolto in azienda: "Era divertente lavorare con Giorgio. È un uomo piacevole con un senso dell’umorismo spiccato, la voglia di cercare l’insolito" - Armani mette Victoria in mutande
  • Nel 1982, mentre il marchio dello stilista piacentino stava conquistando le passerelle di tutto il mondo, la rivista Time gli dedica una copertina – Guarda la cover
  • “Giorgio’s Gor­geous Style” è il titolo che campeggia sulla copertina del Time del 5 aprile 1982. La rivista scrive: “I vestiti sono la stoffa della sto­ria e la tex­ture del tempo. E que­sto tempo, pro­prio ora, appar­tiene a Gior­gio Armani” – Time, tutti gli italiani in copertina
  • Nel 2008 Armani finisce nel mirino degli animalisti. Aveva promesso di non usare più pellicce per le sue collezioni: pare non abbia mantenuto la parola a detta degli attivisti PETA, così lo hanno rappresentato sui loro manifesti col naso da Pinocchio – Londra celebra i 70 anni della moda italiana
  • Armani è fra i marchi di moda preferiti dalle star di Hollywood, dentro e fuori dal set cinematografico. Re Giorgio nel 1980 ha vestito Richard Gere nella pellicola “American Gigolo” - Auguri a Giorgio Armani
  • Giorgio Armani insieme a Martin Scorsese. Re Giorgio ha vestito il protagonista dell’ultimo successo del regista americano, occupandosi del look di Leonardo Di Caprio nel film “The Wolf of Wall Street” – A Dubai il primo Armani Hotel
  • Armani è aperto alle novità: “Mi piace il modo in cui i giovani designer, oggi, cercano di affermarsi, usando ogni tipo di canale. Ammiro l'intraprendenza e ho deciso di sostenerla”, come ha fatto con il brand Au jour le jour di due giovani stilisti - Armani mette tutti a nudo
  • A dargli una mano in azienda c’è anche la nipote Roberta Armani, qui in uno scatto insieme allo stilista – Il Festival di Roma secondo Armani
  • Di origini piacentine, Milano è diventata la città di adozione di Giorgio Armani. Lo stilista ha dato un contributo alla città lombarda comprando la squadra di basket del posto: quest’anno l’Olimpia ha vinto il campionato dopo quasi vent’anni – Milano, la moda per lui
  • Non solo sport. Giorgio Armani si rivela un appassionato di arte. Lo stilista finanzierà la mostra dedicata a Donato Bramante che aprirà l'11 novembre alla Pinacoteca di Brera di Milano. Lo stilista donerà 300 mila euro - Armani mette Victoria in mutande
  • Della situazione politica attuale Giorgio Armani si dice fiducioso: “Sono certo che Renzi è uno in gamba”, ha detto, ma non gli perdona il look – Londra celebra i 70 anni della moda italiana
  • Del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, lo stilista dice: “Renzi è adorabile, ma con quella camiciola bianca… (…) Sì, anche Obama resta in camicia, ma la porta con la cravatta e ha un tocco un po’ sexy” - Londra celebra i 70 anni della moda italiana
  • Il 24 ottobre scorso si è festeggiato a New York il Giorgio Armani Day, proclamato dal sindaco Michael Bloomberg. Fra finanziamenti alla scuola pubblica e opere di beneficenza, lo stilista ha un ottimo rapporto con la Grande Mela - Armani alla conquista di New York