Cinema: web e alienazione tecnologica in "Disconnect"

Nelle sale dal 9 gennaio il primo lungometraggio di Henry-Alex Rubin. Varie storie si intrecciano tra smartphone, social network e vita di tutti i giorni. Il regista: "E' un invito-esortazione: scollegatevi e tornate a vivere". FOTO e VIDEO
  • Web e vita di tutti i giorni. Gli adolescenti e i social network. Questi alcuni dei temi di "Disconnect" nelle sale dal 9 gennaio. E' il primo lungometraggio Henry-Alex Rubin, che era già stato candidato all'Oscar per il documentario Murderball - Il servizio di Sky TG24
  • Il film è un intreccio di varie storie: un avvocato che vive incollato al cellulare, una coppia in crisi che usa internet per esorcizzare un matrimonio ormai finito La scheda
  • Si parla anche di un ex-poliziotto vedovo che se la deve vedere ogni giorno con il figlio che pratica bullismo in rete ai danni di un compagno di classe - Il trailer
  • E, infine, una rampante giornalista che cerca di fare carriera sfruttando la storia di un ragazzino che si esibisce su siti per soli adulti - Star Wars, la saga di Guerre Stellari sbarca su Sky Cinema
  • "Nel film - spiega il regista - ho incrociato varie storie che raccontano come la tecnologia che ci unisce in rete, può molto spesso scollegarci nella e dalla vita di tutti i giorni" - Cinema, musica, spettacolo: il 2013 negli scatti di Getty