Addio a Mario De Biasi, padre del fotogiornalismo italiano

Si è spento il 27 maggio a 89 anni uno dei più grandi fotografi del dopoguerra. Immortalò la rinascita dell'Italia, la rivolta in Ungheria, poeti e dive del cinema. Ha raccontato Milano e ha colto la magia dei baci in ogni parte del mondo. FOTO
  • Mario De Biasi, uno dei più grandi fotografi italiani del Novecento, è morto a 89 anni in una casa di riposo di Milano. Le sue immagini hanno raccontato strade e città, guerre ed eventi storici, persone comuni e celebrità - Un mondo di baci, l'amore negli scatti di Mario De Biasi
  • De Biasi era nato nel 1923 a Sois, in provincia di Belluno. Deportato in Germania durante la seconda guerra mondiale, iniziò a fotografare con una macchina recuperata fra le macerie di Norimberga - Mario De Biasi: Donne che hanno fatto Epoca
  • Nel 1953 fu assunto a Epoca, considerato il "Life" italiano. Fu il primo fotografo a essere messo sotto contratto da una rivista italiana (Spazzacamini a Milano, 1949 - credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - I grandi fotografi di Life raccontano il Novecento
  • Mario De Biasi ha raccontato l'Italia e gli italiani del dopoguerra come pochi altri fotografi hanno saputo fare, vincendo numerosi riconoscimenti per il suo lavoro (Scuola di Rocca Imperiale, 1954 - credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Le donne di De Biasi
  • "Gli italiani si voltano", la sua foto più celebre. Gli sguardi di un gruppo di uomini al passaggio di una giovane Moira Orfei in piazza Duomo a Milano, nel 1954 (credits Mario De Biasi) - Mario De Biasi: Donne che hanno fatto Epoca
  • De Biasi ha avuto un legame fortissimo con Milano, sua città d'adozione. Nel 2006 ha ricevuto l'Ambrogino d'Oro, massima onorificenza cittadina (Resa dei giornali, Milano, 1950 - credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Un mondo di baci, l'amore negli scatti di Mario De Biasi
  • Nel 1956 fu tra i pochi reporter inviati a seguire la rivolta in Ungheria. E fece conoscere New York agli italiani con un reportage su Epoca a metà degli anni '50 (Senzatetto sotto il ponte di Brooklyn, 1955 - credits De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Humans of New York
  • Fu testimone privilegiato di molti eventi storici, come la preparazione degli astronauti che avrebbero effettuato lo sbarco sulla Luna (Vigilia della partenza, Buzz Aldrin e Neil Armstrong faccia a faccia, Houston, luglio 1969) - Addio Neil Armstrong: la fotostory
  • Nel 1962, invece, aveva accompagnato l'esploratore Walter Bonatti in Siberia a 65 gradi sotto zero (credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Morto Bonatti, se ne va l'Hemingway dell'alta quota
  • Ma De Biasi è stato anche un grande ritrattista. Davanti al suo obiettivo sono passati scrittori e pittori, attrici e registi (Andy Warhol nel suo studio, New York, 1964) - Il genio di Andy Warhol
  • Rimangono indimenticabili i suoi ritratti delle dive del cinema degli anni '60. Sophia Loren, Brigitte Bardot, Claudia Cardinale sono tutte state immortalate dai suoi scatti (S.Loren, Venezia, 1958 - credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Sophia Loren, semplicemente diva
  • De Biasi ha avuto molti riconoscimenti in Italia e all'estero, come il Premio Saint Vincent per il Giornalismo nel 1982 e il titolo di Maestro della Fotografia Italiana nel 2003 (Fellini e Masina, 1955 - credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Un mondo di baci, l'amore negli scatti di Mario De Biasi
  • Una delle immagini a cui Mario De Biasi era più affezionato: il poeta Giuseppe Ungaretti sul ponte di Brooklyn a New York, nel 1964. Lo convinse a farsi fotografare dopo avergli recitato una sua poesia (credits Mario De Biasi, courtesy Raffaella Ferrari) - Maturità: tra le tracce Ungaretti, gli anni '70, Andy Warhol
  • In una recente mostra esposta a Monza sono stati raccolti decine di scatti di De Biasi che avevano come tema il bacio. Tutte le sfumature del gesto d'affetto più universale, colte in 50 anni di carriera (credits Mario De Biasi) - Un mondo di baci, l'amore negli scatti di Mario De Biasi
  • Il suo amico designer Bruno Munari ha detto di De Biasi: "Ha fotografato rivoluzioni, uomini famosi, paesi sconosciuti. La macchina fotografica fa parte ormai della sua anatomia, come il naso e gli occhi" (credits Mario De Biasi) - Un mondo di baci, l'amore negli scatti di Mario De Biasi