Secchiaroli, in mostra il fotografo della Dolce Vita. FOTO

Da paparazzo a ritrattista. Diventò amico di Fellini, che lo volle sul set dei suoi film. Fino al 17 aprile la Wave Photogallery di Brescia ospita Editi&Inediti, esposizione che ripercorre l'opera di uno dei grandi nomi della fotografia italiana
  • Da paparazzo a ritrattista dei divi del cinema. Tazio Secchiaroli è considerato il fotografo della Dolce Vita. La Wave Photogallery di Brescia espone una selezione di suoi scatti editi e inediti (foto Claudia Cardinale, credits Archivio Secchiaroli) - La storia della fotografia italiana in mostra
  • Nel 1958 le sue fotografie mostrarono a tutto il mondo le movimentate notti romane. Fellini lo chiamò per documentare i backstage dei suoi film. Sul set di 8 & 1/2 volle che proprio Tazio fosse il testimone della creazione (credits Archivio Secchiaroli) - Fellini 90, il ricordo del maestro
  • Marcello Mastroianni nella sessione fotografica per "Il viaggio di Mastorna", film di Fellini mai realizzato. Secchiaroli diventò in breve uno dei principali fotografi di cinema, amato da produttori e attori (credits Archivio Secchiaroli) - Pomeriggio con Marcello Mastroianni
  • Secchiaroli documentò anche il backstage di Blow Up, film londinese di Michelangelo Antonioni con protagonista David Hemmings. La mostra è visitabile fino al 17 aprile (credits Archivio Secchiaroli) - Blow Up, in mostra Antonioni e la fine della Swinging London
  • Un'immagine di Clint Eastwood sul set del film "Per qualche dollaro in più" di Sergio Leone. "Editi & Inediti" è esposta alla Wave Photogallery di Brescia (credits Archivio Secchiaroli) - Happy birthday Mr.Eastwood
  • Nel 1963 Secchiaroli fotografò il set di "Cleopatra", dove nacque la chiacchierata storia d'amore tra Liz Taylor e Richard Burton. La mostra "Editi & Inediti" raccoglie circa 100 fotografie (credits Archivio Secchiaroli) - Liz Taylor e Richard Burton: Scatti d'amore
  • Brigitte Bardot ritratta da Secchiaroli. La mostra è curata da Giovanna Bertelli e sono presenti molte immagini rimaste finora inedite (credits Archivio Secchiaroli) - Brigitte Bardot: "Nessuna come me"
  • Secchiaroli dal 1963 fu il fotografo personale di Sophia Loren (qui immortalata mentre viene ritratta da Richard Avedon). Nei suoi trascorsi da paparazzo ebbe invece rapporti burrascosi con molti divi del cinema (credits Archivio Secchiaroli) - Sophia Loren, semplicemente diva
  • Ava Gardner non gli perdonò mai i suoi appostamenti, invece con Sophia Loren il rapporto fu di completa fiducia. Le foto di Secchiaroli hanno umanizzato le star del cinema fino ad allora circondate da una patina di sacralità (credits Archivio Secchiaroli) - Sophia Loren, 50 anni fa la conquista dell'Oscar
  • Tazio Secchiaroli, tra le altre cose, ispirò Federico Fellini nella costruzione del personaggio del paparazzo de La Dolce vita. La collaborazione tra i due continuò fino agli anni '80 (credits Archivio Secchiaroli) - E Sophia diventò la Loren