Gaber, quarant'anni di fotografie per ricordare il Signor G

A dieci anni dalla scomparsa, una mostra fotografica rende omaggio al cantautore milanese. Negli spazi della Wall of sound gallery di Alba sono esposte decine di immagini. Un'occasione per ripercorrere la carriera di uno dei più grandi artisti italiani
  • "Gaber. E sogno, e rido, e vivo". A dieci anni dalla scomparsa del cantautore milanese una mostra fotografica ripercorre quarant'anni di carriera del grande artista (credits Enrica Scalfari - Agf) - Ricordando Gaber
  • La mostra è ospitata negli spazi della Wall of Sound Gallery di Alba e sarà visitabile fino al 20 marzo 2013. In esposizione decine di immagini scattate dai più grandi fotografi italiani (credits Guido Harari) - Torna il Signor G, with a little help from 50 friends
  • La mostra è un modo per rendere omaggio al "Signor G", come era soprannominato Gaber. La retrospettiva parte dai primi successi, datati 1958 (credits Farabola) - Ricordando Gaber
  • Sempre del '58 è questa immagine insieme a Luigi Tenco. In quegli anni Gaber era il più acrobata degli urlatori, l'Elvis Presley italiano - Torna il Signor G, with a little help from 50 friends
  • Sempre in quel periodo Gaber fece parte del gruppo "I Giullari", poi divenne il chitarrista dell'amico Adriano Celentano (credits Fondazione Gaber) - My Back Pages, la storia del rock per immagini
  • Gli anni '60 portano successo e fama. Poi nel 1970, dopo una tournée con Mina, matura una nuova svolta artistica in cui mescola musica e teatro (credits Mondadori - Rino Petrosino) - Campoccia, Gaber, Pasolini e la via di Damasco
  • Gaber si trasforma da cantante ad attore, mimo e agitatore di coscienze come già Brel, Vian e Brassens. I suoi recital divennero sempre meno cantati e sempre più recitati (credits Luigi Ciminaghi) - Anche nella musica libertà è partecipazione
  • Gaber e la sua arte “totale” divennero un fatto culturale senza paragoni ma lui si dichiarò sempre un “filosofo ignorante” (credits Fondazione Gaber - Gianfranco Aiolfi) - Guccini, Vecchioni e Dalla a Porta Romana. Con Gaber in tram
  • La mostra dedicata a Gaber ne ripercorre la carriera dagli esordi alle ultime esperienze. Il tutto attraverso le immagini di alcuni grandi fotografi italiani come Luigi Ciminaghi, Enrica Scalfari e Guido Harari (credits Enrica Scalfari) - Momo, con le Stelle ai piedi nel segno di Gaber
  • Gaber con gli amici Dario Fo e Enzo Jannacci. Le immagini in mostra per la prima volta sono rese disponibili in edizioni Fine Art per il pubblico dei collezionisti (credits Guido Harari) - Morgan e Battiato protagonisti del festival Gaber