Locarno celebra Gael Garcia Bernal. FOTO

Al giovane attore messicano è andato il premio Excellence del festival svizzero. Nel suo ultimo film, No, interpreta un pubblicitario cileno che si oppose al regime di Pinochet. Guarda la fotogallery
  • Gael García Bernal, nato nel 1978 in Messico, è stato premiato al Festival di Locarno con l'Excellence Award
  • Al festival svizzero Gael Garcia Bernal ha presentato No di Pablo Larraín, film sugli oscuri anni della dittatura di Pinochet
  • Gael Garcia Bernal sul palco di Locarno riceve il premio. L'attore è stato lanciato a livello internazionale da due film messicani, Amores perros (2000) di Alejandro González Iñárritu e Y tu mamá también - Anche tua madre (2001) di Alfonso Cuarón
  • Nel 2002 Bernal interpreta il ruolo principale de Il crimine di padre Amaro (El crimen del padre Amaro, 2002) di Carlos Carrera, uno dei più grandi successi commerciali del cinema messicano.
  • Gael Gabriel Bernal sale sul palco per ritirare il premio. Due ruoli importanti nel 2004 quando è Ernesto “Che” Guevara in I diari della motocicletta di Walter Salles e un travestito manipolatore in La mala educación di Pedro Almodóvar
  • L'attore saluta il pubblico svizzero. Anche il 2006 è un anno importante per l’attore, che riveste i panni di un giovane sognatore per Michel Gondry (L’arte del sogno) e che ritrova Iñarritu – assieme a Brad Pitt e Cate Blanchett – in Babel.
  • In No di Pablo Larraín interpreta Rene Saavedra, un pubblicitario cileno che guidò la campagna elettorale contro la rielezione di Pinochet nel 1988