Immemoria, Francesco Ventriglia porta sulla scena la Shoah e il male ripetuto

Il balletto del giovane coreografo italiano è uno dei titoli della serata Trittico Novecento insieme con due opere di George Balanchine: Balletto imperiale e il Figliol Prodigo. In scena al Teatro alla Scala di Milano dal 28 maggio. LA FOTOGALLERY
  • Il corpo di ballo del Teatro alla Scala in Immemoria, coreografia di Francesco Ventriglia. Foto: Marco Brescia. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Il coreografo di Immemoria Francesco Ventriglia in prova. Foto: Marco Brescia. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Una scena di "Il figliol prodigo", coreografia di George Balanchine. Foto: Tamoni. Archivio fotografico fondazione Teatro alla Scala
  • Stefani Ballone e Christia Fagetti provano Immemoria. Foto: Marco Brescia. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Francesca Podini e Gabriele Corrado provano "Balletto imperiale", coreografia di George Balanchine. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Una scena di "Balletto imperiale", coreografia di George Balanchine. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Antonino Sutera in "Figliol prodigo", coreografia George Balanchine. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Antonino Sutera in "Figliol prodigo", coreografia George Balanchine. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Antonino Sutera in "Figliol prodigo", coreografia George Balanchine. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Emanuela Montanari e Riccardo Massimi in "Immemoria". Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • "Immemoria", coreografia di Francesco Ventriglia. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Stefania Ballone e Christian Fagetti in "Immemoria", coreografia di Francesco Ventriglia. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala
  • Stefania Ballone in "Immemoria", coreografia di Francesco Ventriglia. Foto: Rudy Amisano. Archivio fotografico Fondazione Teatro alla Scala