Slumber: l'anteprima è su Sky Cinema Max

Martedì 30 gennaio , alle ore 20.50 su Sky Cinema Max , anteprima di Slumber – Il demone del sonno, dal 1° febbraio nei cinema distribuito da Koch Media.

Non è un caso che il sogno sia da tempo oggetto di studio. È infatti lo stato del nostro essere dominato  dall'inconscio come porta d’accesso a una dimensione altra rispetto a quella esperita durante la veglia. Una dimensione dominata da meccanismi oscuri e talvolta inquietanti. Soprattutto quando il confine tra fantasia e realtà si fa labile e i nostri incubi più oscuri diventano concreti e tangibili. A partire da questo tema, Jonathan Hopkins realizza un horror psicologico estremamente terrificante proprio perché va a toccare quei misteriosi aspetti della mente umana che più ci inquietano.

In  Slumber – Il Demone del sonno la protagonista è  Alice ( Maggie Q), una specialista dei disturbi del sonno, perseguitata dal trauma infantile della misteriosa morte del fratellino. Un giorno, nel suo studio, arriva un’intera famiglia bisognosa di cure, i cui componenti sono afflitti da strani disturbi durante la notte. A uno dei bambini, in particolar modo, viene diagnosticata la cosiddetta “paralisi del sonno”. È un disturbo reale che consiste nel trovarsi in uno stato di veglia ma come paralizzati e costretti quindi a sopportare visivamente i propri incubi. Alice, però, si trova costretta ad abbandonare il ragionamento scientifico e razionale e ad abbracciare la possibilità dell’esistenza di qualcosa di soprannaturale, di un demone del sonno. Si tratta di una malvagia creatura che succhia la linfa vitale nel momento in cui la fragilità è più alta, ovvero durante il sonno. La tenace dottoressa, nella battaglia contro il demone, si vede costretta a compiere un tuffo nel passato e ad affrontare i suoi fantasmi più oscuri.

Un soggetto forse già sfruttato all'interno del genere horror, ma qui reso assolutamente innovativo e inquietante grazie a raffinate scelte registiche che creano la giusta atmosfera e il giusto pathos. 

Inserire immagine
Il poster del film