Assassinio sull'Orient Express: torna al cinema il capolavoro di Agatha Christie

Inserire immagine

Il più famoso giallo di Agatha Christie prende vita al cinema, il 30 novembre , nel nuovo film di Kenneth Branagh, distribuito da  20th Century Fox. Un cast d’eccezione, che va da Jonny Depp a Penelope Cruz , è pronto a salire a bordo del famoso treno che collega Istanbul a Calais, dove il carismatico detective Hercule Poirot metterà in scena un’indagine inattaccabile. In esclusiva per Sky Cinema Uno , lunedì 27 , sarà trasmesso qualche minuto di anteprima alle ore 20.55

Assassinio sull’Orient Express, il più famoso giallo della celebre scrittrice Agatha Christie, torna al cinema, giovedì 30 novembre, nella versione di Kenneth Branagh, distribuito da 20th Century Fox. Gli spettatori di Sky Cinema Uno potranno godere di un’anteprima d’eccezione, lunedì 27 alle ore 20.55, che offrirà loro uno sguardo sulla scena del delitto. A seguire ci sarà anche una puntata dedicata di Sky Cine News.

A dar volto e voce all’infallibile, quanto carismatico Detective Hercule Poirot è proprio Branagh, nel doppio ruolo di attore e regista, che presto vedremo arricciarsi i baffi mentre svela le menzogne dei sospettati. Prima di lui c’erano stati Albert Finney nel film di Lumet (1974) e Peter Ustinov.

In questa nuova veste, dai colori accesi e dalla scenografia curata nel minimo dettaglio, la storia assume nuovo fascino, sia per gli affezionati lettori di gialli sia per chi sale sull’Orient Express per la prima volta.

Sul treno che va da Istanbul a Calais, un gruppo variegato di personaggi è riunito nel vagone ristorante, tra loro troviamo Michelle Pfeiffer, Johnny Depp, Daisy Ridley, Josh Gad, Judi Dench, Penélope Cruz e Michael Peña. Il treno è bloccato in quella che oggi è l’ex Jugoslavia e mentre la neve circonda le carrozze, a bordo si consuma un omicidio. Caso o fortuna vuole che tra i viaggiatori ci sia il mitico Poirot, pronto a risolvere il mistero e a smascherare l’assassino, probabilmente ancora a bordo.

Tutti mentono, ognuno ha un segreto da nascondere e non può fidarsi degli altri. Nel giro di poche ore l’investigatore perquisisce bagagli e cabine, interroga i presenti e si arriccia i baffi ogni qual volta individua una bugia.

L’opera originale, in effetti, non ha bisogno di presentazioni: fu pubblicata per la prima volta sul Sunday Evening Post nel 1933 ed è la nona ad avere come protagonista il detective belga. Agatha Christie la scrisse ad Istanbul, in una stanza del Pera Palas Hotel, la numero 441 che oggi è stata trasformata in un piccolo museo in suo onore.