Facce da Cult: Xavier Dolan

Inserire immagine
Xavier Dolan

Appuntamento su Sky Cinema Cult  giovedì 7 dicembre a partire dalle 18.10 - Il consueto appuntamento di Sky Cinema Cult con gli interpreti di spicco del cinema italiano e internazionale, a dicembre è dedicato al regista, attore e sceneggiatore canadese Xavier Dolan , dal preserale alla seconda serata

Cineasta di culto all’estero, Xavier Dolan, giovanissimo autore canadese già arrivato al suo sesto film (a 26 anni), è stato finora quasi un clandestino sul nostro mercato, fatta eccezione per Mommy, premiato a Cannes un paio di anni fa e poi uscito in sala anche in Italia. Non è quindi da farsi sfuggire la mini rassegna che Sky Cinema Cult dedica al giovane regista, attore e sceneggiatore canadese.

Tre i film in programmazione nella consueto appuntamento Facce da Cult che andrà in onda  giovedì 7 dicembre a partire dalle 18.10. Apre la programmazione monografica la delicata opera LAURENCE ANYWAYS, in cui un professore, nel giorno del suo trentacinquesimo compleanno, rivela alla fidanzata e alla famiglia di voler cambiare sesso. La sua ragazza, pur rimanendo sconvolta, accetta di rimanere al suo fianco e l'anno successivo Laurence torna a lavorare come professore di letteratura, ma questa volta veste i panni di una donna. Inizia così una nuova vita, ma il peso dello stigma sociale, il rifiuto della famiglia e l'incompatibilità della coppia comincia a diventare un problema insormontabile.


Alle 21.00 l’appuntamento è impreziosito dalla prima visione È SOLO LA FINE DEL MONDO, l’intenso film che ha fatto ottenere a Dolan il Gran premio della giuria al Festival di Cannes 2016 con Gaspard Ulliel, Nathalie Baye, Léa Seydoux, Vincent Cassel e Marion Cotillard. Louis, giovane scrittore che da tempo ha lasciato la sua casa di origine per vivere a pieno la propria vita, torna a trovare la sua famiglia con una brutta notizia. Ad accoglierlo il grande amore di sua madre e dei suoi fratelli, ma anche le dinamiche nevrotiche che lo avevano allontanato dodici anni prima.

Chiude, in seconda serata, il provocatorio dramma esistenziale TOM À LA FERME, in cui un ragazzo, in seguito alla morte del compagno, affronta la famiglia dell’amato tra bugie e ottusità. Tom, giovane pubblicitario, moderno e urbano, parte per la campagna per assistere ai funerali del suo amante morto in un incidente stradale. E 'in una fattoria isolata che incontra per la prima volta la madre del defunto. Lei non ha idea di chi sia o di cosa abbia visuto con suo figlio. Tom scopre allora tutta una realtà inventata dal suo amante: quella di un uomo innamorato di una donna che si chiama Ellen. Per salvaguardare l'onorabilità della famiglia e per non spezzare il cuore della madre, il fratello maggiore del defunto costringe Tom, con le minacce e le botte, a partecipare alla finzione.