Justice League e quelle scene tagliate

Inserire immagine

Incassi milionari in Italia e nel mondo per l’ultimo film di casa DC Comics. Peccato per quelle scene girate ma rimaste fuori dal montaggio finale della pellicola, come svelato da Jason Momoa alias Aquaman e lo stuntman che interpreta Cyborg nelle scene più rocambolesche

Gli esperti lo avevano previsto: la squadra di supereroi targata Marvel è approdata al cinema sbancando i botteghini mondiali. Ma mentre Aquaman, Flash e compagni tengono i fan incollati al grande schermo, arrivano delle indiscrezioni su alcune scene che sarebbero state tagliate nella versione definitiva.

Aquaman e Wonder Woman
L’ultimo a parlare di qualcosa di esilarante di cui, però, il pubblico non può godere è Jason Momoa. Durante una recente intervista, Gal Gadot alias Wonder Woman, parla di un momento del film che si svolge all’interno di un cimitero ed è proprio a questo punto che l’attore nei panni di Aquaman aggiunge: “Ricordi che una scena che abbiamo girato in questo momento del fim è stata tagliata? Era una scena grandiosa”. D’altronde non è certo l’unico momento delle riprese di Justice League che resterà gelosamente custodito all’interno degli archivi della Warner Bros…



I Parademoni di Justice League
A svelare un altro momento delle riprese negato ai fan è lo stuntman Thomas Billings, che nel film sostituisce Ray Fisher nei panni di Cyborg. La rivelazione arriva grazie ad una fotografia condivisa su Instagram dallo stesso Billings, dove la controfigura è ritratta in Islanda durante le riprese del film, insieme ad un gruppo di colleghi vestiti da soldati di Atlantide: “La scena non è stata inclusa nel montaggio finale, ma girarla è stato comunque fantastico!”, commenta sui social. A cosa si riferisce di preciso questo messaggio? Non è dato saperlo, ma gli utenti online si lasciano andare ad ipotesi e congetture: la possibilità più gettonata è che si tratti di una scena ambientata durante l’attacco di Steppenwolf ad Atlantide.


Una scena post-credit in meno
Non si sono salvate dai tagli post-produzione neppure le scene dopo i titoli di coda. Come già analizzato, la pellicola prevede due scene post-credit che, come in ogni cinecomic che si rispetti, svelano delle vaghe anticipazioni sul futuro di personaggi e franchising, ma in origine non dovevano essere così. Un addetto ai lavori, interno alla realizzazione degli effetti speciali ma rimasto anonimo, pare abbia rivelato su Reddit dei dettagli su una scena dopo i titoli di coda che non sarebbe stata inserita nel montaggio finale: il protagonista? Lanterna Verde. Nel girato, infatti, ci sarebbe un Batman a cui fanno visita Kilowog e Tomar-Re, due membri di Green Lantern Corps. Niente male, se si pensa che la Warner Bros prevede di pubblicare un film proprio sul personaggio nel 2020… D’altronde erano molti quelli, rimasti a bocca asciutta, che speravano in un cameo di Lanterna Verde in Justice League.



Il box office
Justice League ha superato con successo il secondo weekend nelle sale: la pellicola distribuita da Warner Bros ha incassato in Italia 1,4 milioni di euro, per un totale di oltre 5 milioni. Non male, considerando che l’incasso è maggiore di quello messo a segno da Batman v Superman che, però, era andato meglio in fase di lancio. Negli Stati Uniti, invece, il film ha esordito con quasi 94 milioni incassati, per finire lo scorso weekend “solo” a quota 40,7 milioni di dollari, il 57% in meno rispetto all’esordio, per un totale di quasi 172 milioni di bigliettoni.