Avatar 2: si faranno gli altri sequel? Parola a James Cameron

Inserire immagine

Le riprese hanno preso il via lo scorso 25 settembre in California, ma i film successivi potrebbero essere in forse, spiega il celebre regista. Intanto svelato il nuovo personaggio interpretato da Kate Winslet

Si è fatto attendere a lungo, ma il sequel di Avatar sta finalmente per arrivare. Anzi, i sequel dovrebbero essere addirittura quattro. Proprio negli ultimi giorni il regista James Cameron ha parlato del futuro del franchising e ha svelato alcune indiscrezioni sul personaggio interpretato da Kate Winslet.

Il primo sequel
Avatar 2 uscirà il 18 dicembre del 2020, seguito ad un anno di distanza da un altro sequel. Una sfida coraggiosa, considerando che nel 2009 le avventure degli abitanti di Pandora hanno incassato due miliardi e settecentomila dollari in tutto il mondo, diventando il film più redditizio di sempre. Se per i primi due film le cose al box office andranno bene, allora nel 2024 e nel 2025 arriveranno nelle sale anche il quarto e il quinto capitolo. Certo è che il nuovo Avatar si è fatto attendere: “Le sceneggiature – spiega il regista a Vanity Fair - hanno richiesto quattro anni di lavoro”, durante i quali sono state messe a punto anche le tecnologie più sofisticate che permetteranno di creare un’esperienza cinematografica migliore. “Non stavamo perdendo tempo – continua Cameron rispondendo a chi parla di ritardi nella produzione - lo stavamo dedicando allo sviluppo e alla progettazione tecnologica. Quindi, quando tutti gli script sono stati approvati, tutto è stato progettato. Ogni personaggio, ogni creatura, ogni impostazione”.

Il video trailer realizzato dai fan



Avatar 4 e 5 in dubbio
Inizialmente James Cameron aveva parlato dello sviluppo della storia originale in quattro sequel, ora però ammette che l'episodio 4 e 5 non sono affatto assicurati. Lo rivela in un'intervista a Vanity Fair, con queste parole: "Siamo chiari: se Avatar 2 e 3 non incasseranno abbastanza, non ci saranno un 4 e un 5. Sono comunque storie interamente compiute in sé. Nell'arco di cinque film la storia si svilupperebbe in un genere più grandioso di metanarrativa, ma sono film compiuti in sé, come, diciamo, la trilogia del Signore degli Anelli”. Oltre ad un incasso da record, il primo Avatar aveva conquistato anche una serie di riconoscimenti, come gli undici Oscar portati a casa a fronte di quattordici nomination.

Il trailer di Avatar



La Winslet di Avatar

Molti attori del cast originale torneranno ad interpretare i propri ruoli, tra cui Sam Worthington, Stephen Lang, Zoe Saldana e Sigourney Weaver. Fra le new entry, invece, ci sarà Kate Winslet. Ma che personaggio interpreterà? È lo stesso regista a svelare qualche indiscrezione: "Interpreta un personaggio che appartiene al Popolo del Mare, la gente della barriera corallina. L'unica cosa che ha chiesto è di fare in prima persona tutte le sue sequenze sottomarine". Per l’occasione il cast è stato specificamente addestrato all'apnea e a recitare col volto anche in queste circostanze.

via GIPHY


Motion capture subacquea
James Cameron e Kate Winslet tornano a lavorare fianco a fianco per i sequel di Avatar a 20 anni dall’uscita di Titanic. Niente iceberg all’orizzonte questa volta, anche se in Avatar 2 la Winslet avrà ancora a che fare con gli oceani: molte saranno le scene girate in subacquea, per le quale verrà presumibilmente sfruttata la tecnologia della motion capture. State pensando ad uno stuntman che con tanto di pinne e bombole prenderà il posto della Winslet sott’acqua? Niente affatto: l’attrice ha rifiutato l’utilizzo di una controfigura e ha, così, dovuto imparare ad andare (e recitare) in apnea: “Gli attori - spiega ancora Cameron - riescono ad arrivare a tre, quattro minuti di resistenza subacquea”.

RISPONDI AL NOSTRO QUIZ