Il sogno di Francesco: Elio Germano è il Santo di Assisi

Appuntamento, in prima tv, martedì 28 novembre alle 21.00 su Sky Cinema Cult -  Elio Germano dà vita San Francesco D’Assisi dandogli un tocco più umano rispetto ai precedenti film sul santo. Assisi, 1209. Francesco ha appena subito il rifiuto da parte di Innocenzo III di approvare la prima versione della Regola, che metterebbe i fratelli al riparo dalle minacce che gravano su di essi. Accanto a lui, l'amico fraterno Elia da Cortona guida il difficile dialogo tra la confraternita e il Papato

Il Francesco sognatore, utopista, creatore di idee. Il Francesco laico. Colui che cercava di inventare un nuovo rapporto fraterno tra gli uomini, con lo scambio al centro della sua vita e l'utopia sempre condivisa. Su questa "avventura sentimentale, umana, politica, collettiva e intima" si costruisce, immagine dopo immagine, il film Il sogno di Francesco di Renaud Fely e Arnaud Louvet, con Elio Germano nei panni del poverello di Assisi e Alba Rorhwacher in quelli di Santa Chiara. questo nuovo nuovo film su San Francesco d'Assisi lo racconta insieme dei suoi compagni, della 'Regola', cioè la vita che scelgono di condurre i frati, dell'Ordine e della sua strenua battaglia per la pace. "Un film con Francesco piuttosto che su di lui": così lo avevano presentato i due registi al momento del lancio della pellicola nei cinema.

Il sogno di Francesco arriva per la prima volta in televisione grazie a Sky Cinema Cult che lo manda in onda martedì 28 novembre alle 21.00

Di film su San Francesco se ne son visti molti al cinema, ma questo segna una notevole differenza. Quella che salta agli occhi è che il Santo di Assisi non rimane l'unico protagonista ma ci sono i frati dell'ordine francescano, ordine al tempo non ancora riconosciuto dal Vaticano e che per ordine del Papa Innocenzo III nel 1209 ha subito il rifiuto di approvare la prima versione della Regola, in particolare quelli relativi all’accoglienza dei "disagiati", categoria nella quale rientrano i banditi, gli assassini – e ai poveri visti come modello di vita ai quali ispirarsi per una vita ridotta alla semplicità e all’umiltà.

Sarà l'amico fraterno di Francesco, Elia daCortona (interpretato da Jeremie Renier) la giuda per il difficile dialogo tra la confraternita e il Papato: e per ottenere il riconoscimento dell'Ordine, Elia cerherà di convincere Francesco della necessità di abbandonare l'approccio intransigente, accettando di redigere una nuova Regola. Intorno a Francesco, un gruppo di giovani uomini desidera trasformare la società e si ribellano alle ingiustizie, spinto da una visione. Ma il potere centrale si oppone loro, li obbliga ad una scelta: conformarsi o sparire.