Da Monolith a Mad Max, le auto super accessoriate del grande schermo

Inserire immagine
Una scena tratta dal film Monolith.

Il thriller psicologico in arrivo il 29 novembre su Sky Cinema Uno porta sugli schermi una macchina super intelligente. Fra improbabili optional e comandi spaziali, ricordiamo le auto più famose e accessoriate di film e serie tv. Dalla parlante K.I.T.T. di Supercar alla DeLorean di Ritorno al futuro, passando per la più sofisticata Batmobile

 

Il deserto. Un’auto super moderna. Una donna con il figlioletto di due anni. Prende il via da qui il thriller psicologico diretto da Ivan Silvestrini in arrivo su Sky Cinema Uno, in prima visione, mercoledì 29 novembre. Al centro della storia raccontata da Monolith c’è la corsa contro il tempo di Sandra, interpretata dall’attrice Katrina Bowden, che deve salvare il bambino rimasto intrappolato dentro all’auto “più sicura del mondo” che, fra portiere antiproiettile e finestrini antisfondamento, pare impenetrabile.

 

 

La Monolith del film del 2017 sfrutta un sistema di intelligenza artificiale e propone optional e funzionalità inedite per un’auto. Ma già altre volte la tecnologia di ultima generazione ha incontrato l’universo dei motori sul grande schermo: ricordiamo le celebri auto super accessoriate dei film cult di ieri e di oggi.

 

Ecco la nostra top 5.

 

La DeLorean di Ritorno al Futuro

La più famosa è lei: l’auto che permette di viaggiare nel tempo usata da Doc e Marty nella trilogia di Ritorno al futuro. Per costruire lo speciale veicolo che permette ai due strambi personaggi di viaggiare attraverso la storia della cittadina fittizia di Hill Valley, dove vivono, l’inventore Emmett "Doc" Brown interpretato da Christopher Lloyd  è partito dalla tradizionale DeLorean DMC-12. Oltre a sapere viaggiare nel tempo, l’auto in Ritorno al futuro - Parte II riesce persino a volare, almeno fino a quando non viene colpita da un fulmine… Nonostante il successo sul grande schermo, il brand DeLorean è sparito dal mercato nel corso degli anni Ottanta, ma il design futuristico (almeno per quei tempi) è diventato un cult per i cinefili amanti delle quattro ruote.

 

 

La Batmobile

Dal design aerodinamico e di colore rigorosamente nero, quella di Batman è l’auto dei supereroi per antonomasia. Il modello Tumbler apparso in  Batman Begins e Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan è il modello più all’avanguardia: composta da oltre 65 pannelli in fibra di carbonio, prende ispirazione dai carri armati di ultima generazione, dando vita a quella che la produzione ha definito come “un incrocio tra una Lamborghini e un Hummer”. Per Batman Begins sono stati realizzati cinque modelli dell’auto, da usare per le scene in esterna, per gli stunt e molto altro.

 

 

La subacquea di 007

La quattroruote di James Bond per antonomasia? È l’Aston Martin. Ma sul set della serie ispirata all’agente segreto al servizio di Sua Maestà, lo 007 si è messo al volante di moltissimi bolidi, compresa una Lotus Esprit Series I in La spia che mi amava del 1977 (scopri come viaggia l’Agente 007). La particolarità del motore in questione? Sa andare sott’acqua. Nella pellicola l’Agente 007 si lancia in mare a bordo della sua auto, che in pochi secondi si trasforma in un sottomarino, con tanto di pinne artificiali per muoversi fra gli oceani. 

 

 

Il V8 Interceptor di Mad Max

Un futuro dispotico quello diretto da George Miller nella pellicola del 2015 Mad Max: Fury Road, dove le scene d’azione la fanno da padrone: proprio in queste occasioni spunta la V8 Interceptor, guidata dal protagonista interpretato dall’attore Mel Gibson. Si tratta di una Ford Falcon XB GT Coupé, vettura prodotta in Australia all’inizio degli anni Settanta e rivisitata per l’occasione. è stata resa più accattivante anche nell’aspetto, con un sistema di scarico con otto terminali sui lati, l’aggiunta di diversi spoiler e di cerchioni ridisegnati appositamente per la versione cinematografica. Inoltre nella pellicola vanta un compressore volumetrico installato sul motore, non funzionante nella realtà.

 

 

K.I.T.T., l’auto parlante

Una delle prime auto intelligenti viste sul piccolo schermo è quella di Supercar. Nella serie tv con David Hasselhoff in onda nella prima metà degli anni Ottanta, il protagonista Michael Knight  viaggia a bordo di quest’auto intelligente che non solo è in grado di parlare, ma sa anche di provare dei sentimenti. Poi non mancano i gadget futuristici, dalla modalità Turbo Boost per saltare decine di metri a quella per viaggiare ad una velocità eccezionale, con la funzione Super Pursuit Mode. Il modello si ispira alla Pontiac Firebird Trans Am.