Al Pacino è Manglehorn, tra lettere d'amore e rimpianti

Inserire immagine

Uno straordinario Al Pacino è Manglehorn , nel film di David Gordon , in onda venerdì 20 ottobre alle ore 21.00 su Sky Cinema Cult . Angelo Manglehorn è un fabbro che conduce una vita ordinaria, ma nasconde un passato di errori che gli hanno portato via l’amore della vita

Manglehorn, il film drammatico di David Gordon con uno straordinario Al Pacino, va in onda venerdì 20 ottobre alle ore 21.00 su Sky Cinema Cult.

Angelo Manglehorn, protagonista della storia è un fabbro che colleziona chiavi e vive una vita ordinaria, nella provincia americana, tuttavia nasconde un passato segreto. Vive di rimpianti per un amore sfuggitogli dalle mani, abbandonato per un colpo orchestrato quando viveva da criminale. Il personaggio di Al Pacino è, infatti, un ex pregiudicato che ogni giorno scrive lettere all’amore mai dimenticato, senza ottenere risposta. Non riesce ad andare avanti e ad aprirsi a nuove esperienze, finché una persona nuova entrerà nella sua vita, sconvolgendola.

La camera ci mostra le giornate ripetitive e prive di colore dell’uomo ormai anziano, che ha come unico amico il proprio gatto malato e non riesce a stringere un rapporto col figlio, che ha fatto carriera in città. Sembra lasciarsi andare soltanto con la nipotina, con la quale cerca di recuperare un rapporto affettuoso e paterno.

Chiamato quasi sempre per cognome, Angelo è una metafora vivente e spersonalizzata del fabbro in grado di aprire qualsiasi serratura, tranne quella del proprio cuore.