"Lacci" di Starnone tra i 100 libri più belli per il New York Times

Inserire immagine
"Lacci" è uscito in Italia nel 2014 ed è stato venduto in 18 Paesi (Archivio LaPresse)

Nella lista delle opere più belle del 2017 redatta dal quotidiano c'è anche l’opera dell’autore napoletano. Venduto in 18 Paesi, il volume è uscito in Italia nel 2014 e ha vinto il premio "The Bridge Book Award"

"Il marito della presunta Elena Ferrante – ossia Anita Raja- offre un potente romanzo che parla di un matrimonio sfilacciato". Con questo breve commento il New York Times ha inserito "Lacci" di Domenico Starnone tra i 100 libri più belli del 2017. Pubblicato negli Stati Uniti da Europa Editions e tradotto da Jhumpa Lahiri, il volume di Starnone è l’unico di un autore italiano ad essere stato inserito nella prestigiosa lista. 

Venduto in 18 Paesi

Tra i 100 libri del 2017, selezionati dai redattori del New York Times tra tutte le recensioni fatte dal giornale a partire dal 4 dicembre 2016 (data dell’uscita della lista precedente), compaiono successi come "Lincoln nel Bardo" di George Saunders, vincitore del Man Booker Prize e "Beautiful Animals" di Lawrence Osborne. Opere di fama internazionale, titolo che si è guadagnato anche "Lacci", venduto in 18 Paesi e vincitore del prestigioso premio The Bridge Book Award. Uscito in Italia per Einaudi nel 2014, secondo il New York Times, il libro è opera "del meno conosciuto a livello internazionale tra i grandi romanzieri italiani", che può vantare "un debole per le battute letterarie e per le meta-narrazioni". Nella recensione del quotidiano statunitense emerge anche un interesse 'laterale' per l’opera che, secondo i redattori del Nyt, rappresenterebbe un’ulteriore prova del fatto che dietro lo pseudonimo letterario di Elena Ferrante ci possa essere realmente Anita Raja, moglie di Starnone.

Autore di successo

"Lacci", che grazie al sapiente utilizzo di tre voci racconta le forze sotterranee che tengono in vita i matrimoni anche dopo la fine dell'amore, non è stata l’ultima fatica di Starnone. Lo scrittore napoletano, infatti, è uscito nelle librerie lo scorso anno con "Scherzetto", edito da Einaudi, e in carriera può vantare numerosi successi da cui sono stati tratti anche film, come "Denti" di Gabriele Salvatores e "La scuola" di Daniele Luchetti. 

TAG: