Nina Zilli col "Modern Art Tour" promuove il suo nuovo album

Nina Zilli (Getty Images)
3' di lettura

La tournée prenderà il via il 14 ottobre da Cesena, ma c'è una data zero il 13 ottobre a Crema. I concerti saranno l'occasione per ripercorrere i successi dell'artista e per presentare al pubblico i brani del lavoro discografico

Nina Zilli è pronta a scaldare con la sua voce soul il pubblico italiano: il prossimo 14 ottobre partirà infatti il "Modern Art Tour", che porterà la cantante piacentina in varie città del Paese per promuovere il suo ultimo album.

Le date

Il "Modern Art Tour" sarà anticipato il 13 ottobre da una data zero al Teatro San Domenico di Crema. Dal giorno successivo, Nina Zilli salirà sul palco di diversi club italiani: il 14 sarà al Vidia Club di Cesena, il 18 ottobre all’Alcatraz di Milano, il 19 ottobre all’Hiroshima Mon Amour di Torino e il 27 ottobre al New Age di Roncade (TV).  La tournée proseguirà con la tappa il del 3 novembre al Viper Club di Firenze, il 4 novembre all’Atlantico di Roma, l’11 novembre al Phenomenon di Fontaneto D’Agogna (Novara), il 17 novembre al Vox di Nonantola (Modena) e il 18 novembre al Latte + di Brescia. Le date conclusive sono quelle del 24 novembre alla Casa Della Musica di Napoli, del 25 novembre a Maglie (Lecce) alle Industrie Musicali, e del 26 novembre al Demodé di Modugno, in provincia di Bari. I biglietti sono già in vendita dal 5 settembre su ticketone.it e negli abituali circuiti.

Modern Art

"Modern Art", quarto album in studio di Nina Zilli, è stato pubblicato il primo settembre. La cantautrice piacentina ha definito l’opera un progetto "urbano/tropicale": scritto tra Milano e la Giamaica, il disco è un concentrato di energia e positività, in cui reggae, rap e sonorità urban ben si amalgamano con la sua voce particolare. Gli undici brani che compongono la tracklist sono stati scritti da Nina Zilli con altri giovani autori: tra le tracce dell’album, c’è anche "Mi hai fatto fare tardi", singolo nato dalla collaborazione con Calcutta, Dario Faini e Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti, che ha scalato le classifiche nazionali.

La carriera di Nina Zilli

Nina Zilli ha firmato il suo primo contratto discografico nel 2009, facendosi conoscere con il singolo "50 mila", incluso nella colonna sonora del film "Mine Vaganti". Nel 2010 ha presentato al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano "L’uomo che amava le donne", con cui ha conquistato il premio della critica Mia Martini e il Premio Sala Stampa Radio Tv. Il brano anticipava l’uscita del suo primo album "Sempre lontano", a cui sono seguiti "L’amore è femmina" (2012); "Frasi e fumo" (2015) e "Modern Art" (2017). All’attività in campo musicale, Nina Zilli ha affiancato quella televisiva: dal 2015 è infatti nella giuria del programma Italia’s got talent, in onda su SkyUno.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24