Addio a Jean Rochefort: l'attore francese aveva 87 anni

Jean Rochefort
Nella sua lunga carriera l'attore ha vinto tre premi Cesar (foto: archivio Getty Images)

Uno dei volti più popolari del cinema fancesce, lavorò in quasi 150 film. Vincitore per tre volte del premio César

Jean Rochefort, uno degli attori più popolari di Francia, con la serie di film del ciclo di "Angelica" e "Alto biondo e..." oltre a titoli come "Certi piccolissimi peccati", è morto nella notte tra domenica e lunedì a 87 anni. Lo ha annunciato la figlia Clémence, spiegando che "l'attore, che era entrato in ospedale ad agosto, è deceduto in una struttura sanitaria di Parigi".

Gli inizi

Nato a Parigi, a 19 anni entra al Centre d'Art Dramatique de la rue Blanche e in seguito al Conservatoire national superieur d'art dramatique. Dopo il servizio militare, nel 1953, lavora con la Compagnie Grenier Hussenot come attore teatrale per diversi anni. Il 1972 segna la svolta nella sua carriera. Rochefort ottiene infatti un ruolo di rilievo nel film "La Divorziata", una coproduzione franco-italiana nella quale interpreta la parte di Alexandre Boursault, ex-marito di Annie Girardot e padre della giovane Claude Jade, che vuole riunire i genitori dopo il loro divorzio.

I grandi successi e i premi Cesar

Anche il 1976 è un anno importante per Jean Rochefort. L'attore ottiene un grande successo nel film commedia "Certi piccolissimi peccati", nel ruolo di un un marito infedele in crisi di mezza età e vince il primo dei suoi tre Premi Cesar: questa commedia francese ha avuto poi un grandissimo successo nella trasposizione statunitense "The Woman in Red" di Gene Wilder. Gli altri due premi Cesar arrivano come migliore attore non protagonista per "Che la festa cominci..." nel 1975 e, due anni dopo, come migliore attore per "L'uomo del fiume". Infine, un premio alla carriera nel 1999. Da ricordare anche la sua interpretazione in "Tandem" dove venne affiancato da Gérard Jugnot, e nel quale interpreta il ruolo del presentatore Michel Mortez. Per Terry Gilliam sarebbe dovuto essere Don Chisciotte, ma il film del regista americano non venne realizzato, come raccontato nel documentario "Lost in La Mancha" di Keith Fulton e Louis Pepe.

Protagonista di quasi 150 film

Immediatamente riconoscibile ai francesi per la voce calda e per il suo paio di baffi, Jean Rochefort ha girato quasi 150 film, sia di cassetta sia d'autore. Tra questi spicca infine "Il marito della parrucchiera", datato 1990, di Patrice Leconte, dove Rochefort duetta con la solita ironia, giocando sulla sensualità, con una splendida Anna Galiena. Anche l'attrice ha ricordato l'attore francese: "Un altro grande se ne va. Jean non era soltanto un grande attore, era uno di quelli che con l'età migliorano, come il vino buono: il mio ricordo di lui è ovviamente legato al nostro indimenticabile film assieme. Ogni mattina - conclude la Galiena - arrivava sul set di buon umore, con una scorta di barzellette, e salutava la troupe con un affettuoso 'Bonjour les petits oiseaux' ('Buongiorno uccellini')".

TAG: