Morto Giuseppe Bertè, padre di Loredana e di Mia Martini

Inserire immagine
Un'immagine sul palco di Mia Martini, scomparsa nel maggio 1995 (Fotogramma)

Aveva 96 anni, viveva in provincia di Varese e fu l'ultimo a vedere la cantante di "Piccolo uomo" prima che fosse ritrovata senza vita. Venne violentemente attaccato da Loredana nella sua autobiografia

È morto all'età di 96 anni Giuseppe Radames Bertè, padre delle cantanti Loredana Bertè e Mia Martini con cui ebbe un rapporto tormentato fin dall'infanzia.

Viveva in provincia di Varese

L'uomo, originario della Calabria, viveva da anni a Cavaria con Premezzo, il paese in provincia di Varese nel cui cimitero si trova la tomba di "Mimì" Martini (all'anagrafe Domenica Rita Adriana Bertè), scomparsa nel 1995. In passato, Giuseppe Bertè era stato professore di latino e greco e poi preside di scuola media e liceo in vari istituti del Varesotto, da Somma Lombardo a Tradate. Aveva abitato anche a Cardano al Campo, località dove perse la vita Mia Martini, e fu l'ultimo a vederla viva.

Rapporto complicato con le figlie

Oltre a Domenica, classe 1947, e Loredana, del 1950, dal matrimonio con Maria Salvina Dato – morta nel 2003 e da cui si era separato nel 1965 – Giuseppe Bertè ebbe altre due figlie: la primogenita Leda, del 1945, e Olivia, classe 1958. Con loro ebbe un rapporto complicato, confermato anche dagli accesi botta e risposta sui giornali tra lui e Loredana, con lei ad accusarlo prima in una lunghissima intervista-memoriale al settimanale Oggi (1996), poi nella sua autobiografia del 2015, oltre che in un'intervista a “Vanity Fair”.  

Messaggi di cordoglio sui social

Sulle pagine Facebook dei fan delle due cantanti sono stati postati messaggi di cordoglio per la scomparsa dell'uomo. Come questo, che mostra Mia Martini (di cui di recente è uscito un triplo album omaggio)  accanto a suo padre cui quando era in vita dedicò canzoni come “Padre Davvero” e la significativa, fin dal titolo, “Gli uomini non cambiano”.

TAG: