Francia, indagini su ritratto della Gioconda nuda: forse è di Leonardo

Il quadro della Gioconda esposto al Louvre (Getty Images)
2' di lettura

Gli esperti sono al lavoro a Louvre su un'opera conservata per 150 anni nel museo Condé del castello di Chantilly. La donna senza veli raffigurata, Monna Vanna, ha molti tratti in comune con la protagonista di uno dei quadri più famosi del mondo

La Monna Lisa potrebbe avere una "gemella", disegnata anch'essa da Leonardo Da Vinci. La rivelazione arriva da alcuni esperti di arte francesi che hanno esaminato uno schizzo appartenuto per più di 150 anni a un'altra collezione d'arte.

La Monna Vanna

L'opera è conosciuta come Monna Vanna e, dal 1862, fa parte della collezione del Rinascimento al museo Condé, ospitato nel castello di Chantilly a nord di Parigi, e considerato uno dei maggiori di Francia. Si tratta di un ritratto a carboncino di 72 centimetri per 54, che ritrae una donna nuda, la quale, per posa e espressione del viso, presenta un'incredibile somiglianza con la Gioconda, esposta al Louvre. Il bozzetto, che finora era stato attribuito allo studio di Leonardo, potrebbe in realtà essere stato disegnato dal genio toscano in persona.

Le analisi di laboratorio

Per tentare di far luce sulle sue origini, l'opera è stata trasferita da un mese al Centro di Ricerca e Restauro dei Musei francesi, presso il Louvre. Dopo i primi esami sul quadro, i curatori credono che il bozzetto possa essere stato disegnato almeno in parte da Leonardo. "Il disegno – ha detto l'esperto Mathieu Deldicque ad Afp - ha una grande qualità nel modo in cui sono resi il viso e le mani". Il curatore ha poi specificato che il disegno "non è una copia pallida: stiamo guardando qualcosa che è stato lavorato in parallelo con la Monna Lisa alla fine della vita di Leonardo. È quasi certamente un lavoro preparatorio per una pittura ad olio".

La prudenza sull'opera

Sono ancora tante le domande alle quali dovranno rispondere gli esperti che stanno esaminando l'opera. Anche se Bruno Mottin, esperto di conservazione del Louvre, ha confermato che si tratta di un dipinto che può essere datato all'inizio del 16esimo secolo e quindi compatibile con la vita di Leonardo. Nel frattempo Deldicque ha svelato alcuni indizi che suggerirebbero l'associazione fra la Monna Vanna e la Monna Lisa, tra cui la posizione delle mani, quasi identica nelle due opere, e la stessa grandezza delle due tele. Dal canto suo, Mottin ha predicato prudenza, evidenziando un elemento importante: quello secondo cui diversi particolari del quadro sembrerebbero disegnati con la mano destra, mentre Leonardo era mancino.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Tag

le ultime notizie di skytg24