Dieci cose che (forse) non sai sui Rolling Stones

Rolling Stones (LaPresse)
3' di lettura

Dall'origine del nome ai retroscena sulla band e alcune delle loro storiche canzoni, ecco una serie di curiosità e indiscrezioni poco note sulla celebre band inglese

I Rolling Stones sono una delle band più celebri della storia della musica, a loro sono stati dedicati libri e film. Eppure, qualche piccola indiscrezione su Mick Jagger & co potrebbe essere sfuggita anche ai fan più accaniti: ecco dieci curiosità sugli Stones di cui non tutti sono a conoscenza.

1. Il logo dei Rolling Stones

Il celebre logo della linguaccia sarebbe ispirato dalla divinità induista "Kali, la Distruttrice". Nella realizzazione del disegno, inoltre, le labbra e la lingua dello stesso Mick Jagger avrebbero rivestito un ruolo centrale, fungendo da modello di riferimento.   

2. I Rolling Stones nelle colonne sonore dei film

I brani dei Rolling Stones sono stati usati come colonna sonora di molti film. Tra i registi che si sono maggiormente serviti delle hit della band c’è Martin Scorsese: il realizzatore italo-americano ha usato "Gimme Shelter" in quattro pellicole, oltre ad aver diretto personalmente il film documentario "Shine a light".

3. L'inatteso successo di "Satisfaction"

La prima versione di "Satisfaction" fu registrata a Chicago e prevedeva anche l'uso di un'armonica. Nonostante si sia in seguito rivelato uno dei brani di maggior successo della band, inizialmente fu considerato solo come un potenziale B-Side o una semplice album track.

4. L'origine del termine "groupie"

Il termine "groupie" sarebbe stato coniato dal bassista Bill Wyman durante un tour degli Stones in Australia nel 1965.

5. La trasfusione totale di Keith Richards

È a lungo circolato un rumour secondo il quale Keith Richards avrebbe avuto una trasfusione completa di sangue per chiudere la sua dipendenza dall’eroina. In un'intervista del 2010 il musicista ha ammesso di aver inventato lui stesso il pettegolezzo.

6. L'album "Rolling Stones"

L'album "Rolling Stones" del 1964 contiene una sola canzone originale, "Tell Me (You’re coming back)". Per costringere Mick Jagger e Keith Richards a scrivere il brano, il loro manager Andrew Loog Oldham li rinchiuse in una cucina.

7. Il primo incontro tra Mick Jagger e Keith Richards

Mick Jagger e Keith Richards si incontrarono la prima volta alla Wentworth Primary School all'età di 5 anni. Jagger ha spiegato che all’epoca non erano amici, ma semplici conoscenti.

8. George Lucas e il documentario "Gimme Shelter"

George Lucas, regista di "Star Wars", era tra i cameraman del film-documentario sui Rolling Stones "Gimme Shelter".

9. Il legame tra Mick Jagger e David Bowie

Si è a lungo parlato di un'ipotetica relazione tra Mick Jagger e David Bowie. La moglie del Duca Bianco, Mary Angela Barnett, ha tuttavia spiegato di aver semplicemente visto una volta i due musicisti addormentati nello stesso letto.

10. L'origine del nome "Rolling Stones"

La band si chiamava inizialmente 'Rollin Stones' in omaggio ad un brano di Muddy Waters  "Rollin' Stones Blues". La 'g' è stata aggiunta al verbo 'rollin' solo in un secondo momento.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24