"Caravaggio. L'anima e il sangue": la vita dell'artista in un film

Ritratto di Caravaggio (foto Sky)
2' di lettura

Sky e Magnitudo film hanno annunciato la produzione di un lungometraggio dedicato a uno dei pittori più amati e controversi della storia dell'arte mondiale. Tra i primi lavori in Italia ad essere girato in 8K, arriverà nelle sale all'inizio del 2018

La tormentata vita di Caravaggio sta per tornare sul grande schermo. Infatti, Sky e Magnitudo film hanno annunciato la produzione di un nuovo film dedicato all'artista. Il titolo sarà "Caravaggio. L'anima e il sangue". Il lungometraggio offrirà un'altra sfaccettatura di uno dei geni pittorici più amati e controversi della storia dell'arte mondiale, unendo a questa nuova visione un dettaglio prezioso per gli appassionati di tecnologia. Infatti, "Caravaggio. L'anima e il sangue" sarà uno dei primi film italiani ad esser girato in 8K.

 

Un nuovo volto di Caravaggio

Il film racconta la figura di Michelangelo Merisi detto Caravaggio, in correlazione con le sue opere. A tratteggiare un ritratto fedele del protagonisti di "Caravaggio. L'anima e il sangue" ci ha pensato il professor Claudio Strinati, storico dell’arte esperto del Caravaggio, che ha collaborato al progetto con un'accurata ricerca storica e uno studio attento e approfondito di testimonianze e documenti dell'epoca. La sceneggiatura è di Laura Allievi e la regia è affidata a Jesus Garces Lambert, che ha firmato anche altri documentari per Sky. Il lungometraggio si muove in una digressione artistica introdotta da fotografie e simboli recuperati nell'ambiente contemporaneo. Inoltre, le scene sono accompagnate da evocativi monologhi fuoricampo in cui a parlare è proprio Caravaggio. Lo scopo è portare gli spettatori in un universo più intimo, in cui le persone di ogni epoca possono rispecchiarsi.

 

Attenzione ai dettagli

In questo film, che andrà in sala nei primi mesi del 2018, non c'è solo l'attenzione ai dati storici e artistici, ma anche al lato tecnologico. Infatti, "Caravaggio. L'anima e il sangue" è girato in formato Cinemascope 2:40, che offre una visione più “allungata” delle immagini, simile a una tela. Inoltre si tratta di una delle prime produzioni in Italia realizzate in 8K, formato che permette di percepire dettagli delle opere in modo più realistico.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24