Cinema, il programma del New York Film Festival 2017

New York Film Festival
New York Film Festival 2016 (Getty Images)

Ad aprire la kermesse, Richard Linklater con "Last Flag Flying", per la chiusura "Wonder Wheel" di Woody Allen. Non mancheranno eventi speciali e una retrospettiva dedicata a Robert Mitchum

Dopo Venezia e Toronto, il grande cinema trasloca nella Grande Mela: dal 28 settembre al 15 ottobre si svolgerà infatti la 55esima edizione del "New York Film Festival". Una manifestazione che quest'anno si annuncia particolarmente interessante: ad aprire la kermesse sarà infatti la nuova pellicola di Richard Linklater, "Last flag flying", mentre l'onere della chiusura spetterà a Woody Allen e al suo "Wonder wheel". Ma il programma è ricco e prevede tanti eventi speciali, retrospettive e, ovviamente, le sezioni collaterali dedicate a documentari e opere sperimentali.

La sezione principale

Sono 25 le pellicole in concorso nella sezione principale, "Main Slate", che non è comunque competitiva. I titoli in programma sono: "Last flag flying" di Richard Linklater; "Wonderstruck" di Todd Haynes; "Wonder wheel" di Woody Allen; "Before we vanish" di Kiyoshi Kurosawa; "Bpm (Beats per minute)/120 battements par minute" di Robin Campillo; "Bright sunshine in/Un beau soleil intérieur" di Claire Denis; "Call me by your name" di Luca Guadagnino; "The day after" di Hong Sang-soo; "Faces places/Visages villages" di Agnès Varda & JR; "Félicité" di Alain Gomis; "The Florida project" di Sean Baker; "Ismael’s ghosts/Les fantômes d’Ismaël" di Arnaud Desplechin; "Lady bird" di Greta Gerwig; "Lover for a Day/L’Amant d’un jour" di Philippe Garrel; "The Meyerowitz stories" di Noah Baumbach; "Mrs. Hyde/Madame Hyde" di Serge Bozon; "Mudbound" di Dee Rees; "On the beach at night alone" di Hong Sang-soo; "The other side of hope/Toivon tuolla puolen" di Aki Kaurismäki; "The rider" di Chloé Zhao; "Spoor/Pokot" di Agnieszka Holland e Kasia Adamik; "The square" di Ruben Östlund; "Thelma" di Joachim Trier; "Western" di Valeska Grisebach; "Zama" di Lucrecia Martel.

Gli eventi speciali

Alla sezione principale si affianca "Spotlight on documentary", dedicata al cinema del reale: tra le 18 opere presenti, ci sarà anche "Piazza Vittorio" di Abel Ferrara. Le altre sezioni sono: "Shorts", dedicata ai cortometraggi; "Projections", dedicata al cinema sperimentale: e "Convergence", per le opere interattive. Per la gioia di tutti i cinefili, non mancheranno gli eventi speciali, che includono un incontro ravvicinato con l'attrice Kate Winslet e la regista Ava DuVernay e una masterclass di Vittorio Storaro ed Edward Lachman. In calendario anche l'anteprima mondiale dei documentari "The Opera House" di Susan Froemke, sul Metropolitan Opera; "Spielberg" documentario di Susan Lacy dedicato alla carriera del celebre regista; e "Trouble no more" di Jennifer Lebeau, che include immagini di repertorio di Bob Dylan.

La retrospettiva

Per celebrare il centenario dalla sua nascita, la retrospettiva del Festival sarà dedicata quest'anno a Robert Mitchum: al Lincoln Center verranno proiettate alcune delle pellicole più famose del grande divo americano, da "El Dorado" a "Il meraviglioso paese" , senza dimenticare gli altri grandi classici come "Macao", "Seduzione Mortale", "Cape Fear" e "Dead Man".

TAG: