Di Caprio dona 20 milioni di dollari ad associazioni ambientaliste

L'attore premio Oscar, Leonardo Di Caprio (Getty Images)
2' di lettura

La star di Hollywood con la sua Fondazione è da anni impegnata a sostegno delle organizzazioni schierate contro il cambiamento climatico. L'appello a Trump

La Leonardo Di Caprio Foundation donerà 20 milioni di dollari (circa 16,7 milioni di euro) a una lunga serie di organizzazioni attive nel contrasto del cambiamento climatico. La star di Hollywood lo ha annunciato nel corso di un intervento alla Yale University, non senza richiamare il presidente Donald Trump, assai più scettico sui problemi legati al clima.

L'impegno di Leonardo Di Caprio

Di Caprio è intervenuto a Yale nell'ambito di una conferenza sul clima moderata dall'ex segretario di Stato, nonché ex allievo della prestigiosa università, John Kerry. “Siamo orgogliosi di supportare il lavoro di oltre 100 organizzazioni in casa e all'estero”, ha detto l'attore commentando la generosa donazione: “Questi beneficiari sono attivi sul terreno, proteggendo i nostri oceani, le foreste e le specie minacciate per le future generazioni, e attaccando le urgenti ed esistenziali sfide del cambiamento climatico”. Sul fronte economico, Di Caprio ha messo l'accento sulle “molte tecnologie comprovate in materia di energie rinnovabili, trasporto pulito e agricoltura sostenibile”, in grado di “costruire un futuro più luminoso per tutti noi". "La nostra sfida è trovare nuovi modi per alimentare le nostre vite, impiegare milioni di persone e trasformare ogni individuo in un difensore dell'aria pulita e dell'acqua potabile”, ha annunciato l'attore. La Di Caprio Foundation aveva già destinato, dal 2008, oltre 80 milioni di dollari a sostegno di numerose cause ambientali: per l'attore, infatti, l'impegno ambientale non è una novità. Nel dicembre 2016 il premio Oscar aveva dichiarato che combattere il cambiamento climatico è “la più grande opportunità economica” nella storia degli Stati Uniti.

L'appello a Trump

“Dobbiamo chiedere ai politici di accettare la scienza climatica e di prendere impegni ambiziosi prima che sia troppo tardi”, ha poi aggiunto Di Caprio, passando all'aspetto politico della questione. Il messaggio è esplicitamente diretto a Trump, che ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'Accordo di Parigi sul clima, anche se negli ultimi giorni alcuni segnali sembrano far intravedere un possibile cambio di rotta: “Credo ancora che gli Stati Uniti abbiano il potenziale per guidare il mondo su questo problema. Possiamo solo sperare che il presidente inizi a vederlo, prima che sia troppo tardi”.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24