"Veleno", la devastazione della Terra dei Fuochi a Venezia

2' di lettura

Il film di Diego Olivares chiude la Settimana della Critica e da giovedì 14 settembre è nei cinema. Una parabola familiare sulla distruzione di un territorio dalle tradizioni millenarie. Nel cast anche Salvatore Esposito, protagonista di Gomorra. Il trailer e la clip

La Terra dei fuochi, il territorio tra Napoli e Caserta distrutto e avvelenato dai rifiuti tossici riversati illegalmente dalla criminalità organizzata, sono al centro di Veleno, il film di Diego Olivares che chiude, come evento speciale, la Settimana della critica alla Mostra del Cinema di Venezia oggi, 8 settembre, e che esce nelle sale italiane giovedì 14 settembre distribuito da Altre Storie

Veleno racconta la Terra dei Fuochi

"Veleno" segue le vicende di due fratelli Cosimo ed Ezio, due agricoltori che si pongono i modo antitetico rispetto a chi vuole uccidere la loro terra. Ezio, attratto dall'idea di facili guadagni, diventa complice della devastazione delle terre che sono da sempre dalla sua famiglia. A pagarne le conseguenze è il fratello Cosimo, che si rifiuta in modo ostinato di cedere alla criminalità organizzata, ma la cui salute è minata dai veleni che lo circondano. Il calvario del protagonista diventa la sintesi delle piccole e grandi contraddizioni di una terra di fatto abbandonata a se stessa, dove lo Stato sembra aver definitivamente abdicato alle sue funzioni, dove l'unico potere riconoscibile e riconosciuto è rimasto solo quello criminale.

Nel cast Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo e Salvatore Esposito

Tra i protagonisti, oltre a Luisa Ranieri e Massimiliano Gallo, anche Salvatore Esposito, il Genny Savastano di Gomorra. Qui è Rino Caradonna, avvocato in doppiopetto e dalla parlantina fluente, rappresentante della criminalità in doppiopetto che non si fa scrupoli di distruggere un territorio dalla tradizione millenaria.

Una clip tratta dal film Veleno

Venezia 2017: tutti i video

Leggi tutto
Prossimo articolo