Al via il Bestival 2017, tra musica e travestimenti

Il Bestival 2015 (Getty Images)
2' di lettura

La kermesse musicale si trasferisce dall'isola di Wight a Dorset. Dal 7 al 10 settembre concerti, spettacoli e buffi costumi

Ai nastri di partenza il Bestival 2017. L’evento, uno dei maggiori Festival sul suolo britannico, per la prima volta dal 2004, anno della sua fondazione, non si svolgerà nella suggestiva isola di Wight. A fare da cornice alla kermesse dell'edizione 2017 sarà infatti il Lulworth Estate di Dorset, contea nel sud-ovest dell'Inghilterra. Quello di location è però l'unico importante cambiamento dell'evento che, per il resto, manterrà intatte le caratteristiche che l'hanno reso famoso: musica, travestimenti e tante attività collaterali.

La line up

Nei quattro giorni del Festival (7-10 settembre) si esibiranno quasi 200 artisti: agli astri nascenti della musica mondiale si affiancheranno cantanti e band dalla fama già consolidata come The xx, Pet shop boys, A tribe called Quest, Dizzee Rascal e Little Dragon. Tra gli emergenti più attesi ci sono invece Nadia Rose, Ray BLK e Loyle Carner.

Le altre attività

Oltre alle performance musicali, i partecipanti al Bestival potranno intrattenersi con una lunga serie di attività collaterali: oltre ai classici dj set ci saranno lezioni di acro yoga, meditazione o workshop per la realizzazione di cartoline e bandiere personalizzate.  Come da tradizione, inoltre, gli spettatori potranno sbizzarrirsi con outift stravaganti e buffi travestimenti: proprio qui nel 2010 è stato stabilito il record per il maggior numero di persone travestite in un singolo evento. Circa 55.000.

La storia

La prima edizione del Bestival si è svolta nel 2004 per volontà del dj e produttore Rob da Bank e di sua moglie Josie. In quell'occasione, parteciparono all'evento circa 10.000 persone, numero che si è quintuplicato nel corso degli anni. Il Bestival è universalmente riconosciuto come uno dei Festival musicali più importanti del Regno Unito, al pari di Glastonbury:  ha vinto il premio come 'Best Major Festival' agli UK Festival Awards del 2010, 2012 e 2015. La manifestazione è nota anche per il proprio impegno in tema ambientale: ogni anno gli organizzatori cercano di ridurre le emissioni invogliando l'utilizzo delle biciclette e sponsorizzando la condivisione delle auto per raggiungere la location del festival. Durante  la kermesse vengono inoltre organizzati workshop di riciclaggio e gestione dei rifiuti. Nel 2015 e nel 2016 si è svolta anche una versione della manifestazione a Toronto, non rinnovata per il 2017.

Leggi tutto
Prossimo articolo