Il rapper Lil Wayne ricoverato d’urgenza in ospedale

Lil Wayne, 34 anni, rapper e produttore discografico statunitense (foto: Getty Images)
2' di lettura

L’artista statunitense sarebbe stato trovato privo di sensi, a causa di un malore, in una camera d'hotel di Chicago. Annullato un concerto in programma a Las Vegas

Lil Wayne, rapper e produttore discografico di New Orleans, è stato ricoverato d'urgenza in ospedale a Chicago. Wayne, 34 anni, uno dei volti più noti negli ultimi anni della scena rap statunitense e internazionale, era stato trovato privo di coscienza nella sua camera in un hotel della città, dopo essere stato vittima di un malore. A riportare la notizia è il sito Tmz.

Concerto annullato

Secondo quanto scrive il portale specializzato, Lil Wayne sarebbe stato trovato dal suo staff in stato di incoscienza nella sua stanza all’hotel Westin Michigan Avenue di Chicago e successivamente portato d’urgenza all’ospedale Northwestern Memorial. Il rapper statunitense avrebbe dovuto esibirsi a Las Vegas domenica 3 settembre con il duo musicale maschile Rae Sremmurd, ma i medici non hanno dato il via libera, vista la necessità di tenere in osservazione l’artista per alcuni giorni, nonostante lo staff di Wayne abbia tentato di farlo dimettere dall'ospedale nel promeriggio.

I precedenti di Lil Wayne

Secondo la ricostruzione di Tmz, Wayne potrebbe essere stato colpito da un attacco epilettico. Non sarebbe, infatti, la prima volta che l’artista soffre di questo tipo di malori. Già lo scorso anno il rapper americano fu costretto a cancellare un’esibizione, sempre a Las Vegas, a causa di un attacco, così come nel 2013 quando trascorse una settimana in ospedale proprio a causa di una crisi epilettica.


Leggi anche:
  • Corea del Nord, Trump: “Pronti a usare anche l’arsenale nucleare”
  • 'Ndrangheta, arrestato in Uruguay il boss Rocco Morabito
  • Francia: arresto per la scomparsa della bimba, trovate tracce di Dna
  • Corea del Nord testa bomba a idrogeno. Trump: “Stato canaglia”
  • Chi è Kim Jong-un, il leader della Corea del Nord
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo