George e Amal Clooney donano un milione di dollari agli anti-razzisti

La donazione sarà devoluta in favore dell'associazione Southern Poverty Law Center, specializzata in diritti umani (Getty Images)
1' di lettura

L'attore e sua moglie, un noto avvocato specializzato in diritti umani, hanno preso posizione perché: "Non ci sono 'due lati' nell'intolleranza e nell'odio", facendo riferimento alle contestate dichiarazioni di Trump in merito agli incidenti di Charlottesville

George e Amal Clooney si schierano dalla parte degli anti-razzisti con una consistente donazione a una no-profit specializzata nella difesa di diritti umani. La celebre coppia di Hollywood ha infatti deciso di donare un milione di dollari (circa 850mila euro) all'associazione Southern Poverty Law Center, con sede in Alabama. "Ciò che è accaduto a Charlottesville - hanno detto i Clooney in una dichiarazione ufficiale - e ciò che sta accadendo nelle comunità del nostro Paese richiede il nostro intervento collettivo per combattere l'odio".

Schierati contro l'odio e l'intolleranza

L'attore e sua moglie, un noto avvocato specializzato in diritto internazionale e diritti umani, con questa donazione hanno voluto prendere posizione in modo netto: "Amal e io volevamo aggiungere la nostra voce (e assistenza finanziaria) alla battaglia in corso per l'uguaglianza perché – hanno aggiunto – non ci sono 'due lati' nell'intolleranza e nell'odio". Il riferimento è chiaro e si riferisce alle dichiarazioni rilasciate da Donald Trump nei giorni successivi agli incidenti di Charlottesville. Il presidente statunitense, infatti, dopo aver dichiarato che c'erano state violenze "da più parti", aveva condannato in maniera chiara i suprematisti bianchi, salvo poi tornare sui suoi passi, paragonando i manifestanti anti-razzisti alla controparte, sostenendo che: "I liberali hanno attaccato con violenza l'altro gruppo".

Leggi tutto
Prossimo articolo