Festambiente 2017, a Grosseto 12 giorni di concerti per la Terra

Inserire immagine
Organizzatori e volontari di Festambiente (twitter)

Organizzata da Legambiente dal 4 al 15 agosto, la 29sima edizione del Festival internazionale ospiterà grandi nomi della musica italiana e internazionale fra cui Edoardo Bennato, Vinicio Capossela, Stefano Bollani, Planet Funk e The Wailers

Una grande festa in musica con l'attenzione puntata sull'ambiente. È Festambiente 2017, il festival internazionale di Legambiente e che quest'anno si celebrerà a Ripescia, Grosseto, dal 4 al 15 agosto.

I concerti di Festambiente 2017

Giunta alla sua 29sima edizione, la rassegna organizzata dall'associazione verde avrà quest'anno il grande tema dell'economia civile. Saranno “dodici giorni di musica, cinema, mostre, area espositiva, dibattiti e conferenze”, hanno scritto gli organizzatori in una nota in cui viene precisato che all'interno dell'area che ospiterà l'evento, alle porte del Parco naturale della Maremma, saranno allestiti “spazi per bambini, per la ristorazione bio e tradizionale, e per il benessere”. È un cartellone di primo piano quello diffuso attraverso l'hashtag #Festambiente2017. Presenti sul parco di Ripescia alcuni tra i grandi artisti del panorama musicale italiano e internazionale. Si partirà il 4 agosto con Edoardo Bennato, per poi proseguire sabato 5 con una doppia serata con i Tre allegri ragazzi morti e, a seguire, Le luci della centrale elettrica. Domenica 6 agosto Flavio Insinna e la sua piccola orchestra in ''La macchina della felicità'', lunedì 7 Vinicio Capossela in ''Combat Folk'', martedì 8 Stefano Bollani in ''Napoli trip'', mercoledì 9 Neri Marcorè e Gnù Quartet in ''Omaggio a De André'', giovedì 10 Samuel, venerdì 11 Planet Funk, sabato 12 Levante in ''Estate nel caos'', domenica 13 Emis Killa, lunedì 14 Sabina Guzzanti in ''Come ne venimmo fuori'' e finale a ferragosto con The Wailers in ''Legend''.

Le nuove proposte musicali

Per Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente, si tratta di “un cartellone di spettacoli di ottimo livello che porta in Maremma - scrive Gentili - alcune delle più significative eccellenze del panorama artistico nazionale e internazionale”. Accanto agli artisti più noti, che porteranno anche le loro battaglie dedicate all'ambiente, alla terra e anche al sociale, ci saranno anche alcune band emergenti della zona. Come i “Desertion”, blues band grossetana nata nel 2013, già vincitrice nel 2016 del concorso musicale del Festival Resistente. Seguiranno i “Chibumba”, gruppo maremmano che si presenta spesso a bordo di vecchie e affascinanti bici e che fa della propria musica uno stile di vita. Infine i Twoas4 che porteranno alla festa il secondo lavoro “Marea Gluma”. Nell'ampio programma anche quattro notti bianche: il 5 dedicata ai giovani, il 10 alla musica, il 14 alla lettura, per finire il 15 agosto con la grande festa di mezza estate.

TAG: