Inserire immagine
La casa di Lucio Dalla in via D'Azeglio a Bologna

Dal 2 al 4 marzo, grazie al progetto "A casa di Lucio va in città", saranno organizzati anche tour e visite in alcuni dei luoghi più cari al cantautore bolognese

La città di Bologna si appresta a tributare un omaggio in grande stile a Lucio Dalla per il quinto anniversario della sua scomparsa che cadrà il prossimo 1 marzo. Dal 2 al 4 dello stesso mese, grazie al progetto "A casa di Lucio va in città", i fan del cantautore potranno non solo visitare la sua dimora-museo al numero 15 di via D’Azeglio, ma anche altri luoghi a lui particolarmente cari. Ad accompagnarli in questo percorso saranno guide d’eccezione, come giornalisti, esperti di musica e in alcuni casi amici dell’artista, che ne racconteranno il rapporto con i posti visitate.

 

Il tour - Il progetto ‘A Casa di Lucio va in città' è stato promosso dalla Fondazione Lucio Dalla, Elastica, dal Cna Bologna, in collaborazione con la Camera di Commercio, sotto il patrocinio del Ministero di beni culturali e turismo e del Comune di Bologna. Il programma prevede tour della durata di tre ore aperti a gruppi di circa cinquanta persone nei quali, prima di approdare alla casa del cantante, i visitatori potranno osservare l'abitazione in Piazza Cavour dove Dalla nacque, la dimora in cui visse con la madre Jole in vicolo Marescotti, e ancora i suoi ristoranti preferiti, come la "cucina Da Cesari" in via De' Carbonesi o la trattoria "Da Vito" nel quartiere Cirenaica. Infine si arriverà alla sede della sua casa discografica, la Fonoprint in via Bocca di Lupo, e allo studio, sempre in Via D'Azeglio, dove Dalla registrò i suoi ultimi dischi.

 

Anniversario in musica – Negli stessi giorni, Bologna sarà letteralmente invasa dalle note di Dalla, seguendo uno schema proposto nel videoclip del brano “Canzone”. I brani del cantautore risuoneranno infatti da automobili ferme ai semafori, scooter o dispositivi portatili installati nelle piazze, sorprendendo passanti e turisti. Infine, grazie ad un’installazione del sound designer Hubert Westkemper, ogni quindici minuti, dalla Torre dell’orologio di piazza Maggiore, anche le campane ricorderanno i brani più celebri del grande cantautore.

 

 

TAG: