L'ironia delle star in un video: Trump ha una Costituzione sbagliata

L'attrice Amber Heard nel video anti-Trump (Fermo immagine)
1' di lettura

Vip come Cara Delevingne, Susan Sarandon e Amber Heard espongono il "vero" motivo della presunta distanza del presidente dai valori americani: "sta consultanto una Carta alternativa"

“Finalmente tutto ha un senso. Le decisioni di Trump non sono state prese perché è un idiota, ma semplicemente perché sta consultando la Costituzione sbagliata”.  Questa la tesi sostenuta in un video ironico e aspramente critico nei confronti delle politiche sull’immigrazione adottate dal 45esimo presidente degli Stati Uniti, realizzato da un nutrito gruppo di celebrità: dalla modella Cara Delevingne all’attrice Amber Heard, fino a Susan Sarandon.

 

Celebrità contro Trump –  La clip, pubblicata sul sito "Funny or die" dura tre minuti e ridicolizza il presidente americano affermando che quando era adolescente gli fu data una copia sbagliata della Costituzione. “Gli storici hanno confermato l'esistenza di un'altra Costituzione. Ed è chiamata Costituzione alternativa”, si dice nella scherzosa denuncia; Trump “sta lavorando sulla base della Carta sbagliata e nemmeno lo sa” dice la Delevingne. Il riferimento è al divieto d'accesso negli Stati Uniti a danno dei cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana: il “travel ban” di Trump, fanno notare le celebrità, non è coerente con il vero spirito americano. Oltre a quelle già citate, compaiono nel filmato altre star molto note del mondo dello spettacolo statunitense: gli attori Lizzy Caplan, Chloe Bennet, Constance Wu, Matt McGorry e Jamie Chung.

 

 

Religioni e fagioli magici nel testo fasullo - Le star procedono poi a leggere alcuni passaggi della vera Carta americana che dimostrerebbero il contrasto tra la politica di Trump e lo spirito sul quale il Paese si fonda. “Il Congresso non farà nessuna nessuna legge riguardo alla creazione di una religione di Stato che proibisca il libero esercizio di una religione”, recita la Costituzione americana. La cui versione “alternativa” di Trump, però, sarebbe diversa: essa prevede che un “presidente bello e coraggioso” possa compiere ordini esecutivi che favoriscono una religione su un'altra. Un altro passaggio della versione trumpista della Costituzione avrebbe come oggetto i detentori della green card, l'autorizzazione che viene rilasciata agli stranieri per poter risiedere negli Stati Uniti. “Quelli con la carta verde devono essere allontanati con ogni mezzo, da un muro, dalla forza o da fagioli magici”, afferma Chloe Bennet nel video. Poco dopo viene ripetuto diverse volte il motto che Trump avrebbe letto in una replica russa della Statua della Libertà nel quartiere newyorchese di Queens: "Abbiate paura degli estranei". La vera Costituzione, in realtà, non presenta riferimenti diretti all'immigrazione o a un generale principio di uguaglianza che comprenda anche gli stranieri. Tuttavia, nel prembolo della Carta viene sancito che gli Stati Uniti "promuovono il benessere generale, e assicurano le benedizioni della libertà per noi e i nostri posteri".

 

L'appello finale - "Mr. Trump, se ci stai guardando, come probabilmente starai facendo visto che non leggi... siamo molto dispiaciuti, ma la tua Costituzione non è quella che usiamo noi", affermano le celebrità in conclusione, rivolgendo poi al pubblico un appello molto netto: “Aiutate Trump ad ottenere le vere copie della Costituzione... perché se non lo fa siamo fottuti". Non è la prima volta che le star di Hollywood assumono una posizione tanto chiara nei confronti del neo presidente americano. Eclatante è stato il discorso che Meryl Streep ha pronunciato durante la premiazione ai Golden globe, nel quale si sottolineava che “se a Hollywood” si mandassero “via tutti quelli che non sono nati qui non ci resterebbe nulla da guardare se non il football e le arti marziali, che non sono propriamente arte”.

Leggi tutto