Madonna spiega il suo discorso contro Trump: “Non sono una persona violenta”

Madonna (Getty images)
3' di lettura

La regina del pop è stata duramente criticata per il suo intervento alla marcia delle donne nel quale ha dichiarato di aver pensato di ‘far saltare in aria la Casa Bianca’. Ma su Instagram si è difesa: “la frase è stata estrapolata dal contesto”

Ha fatto della provocazione il suo marchio di fabbrica, ma il discorso pronunciato durante la marcia delle donne dello scorso 21 gennaio è valso a Madonna critiche talmente aspre, che la regina del pop non è riuscita a lasciarsi scivolare tutto addosso. Nel corso della manifestazione di sabato scorso Miss Ciccone ha usato parole durissime contro Trump, costringendo i social network ad interrompere i collegamenti da Washington durante il suo intervento a causa di un linguaggio molto colorito. A colpire l’opinione pubblica, però, è stato un passaggio particolarmente controverso del discorso, in cui spiegava: “sono arrabbiata e indignata. Ho pensato molte volte di far saltare in aria la Casa Bianca, ma so che questo non cambierà le cose”. Una frase per la quale Madonna è stata accusata di promuovere odio e violenza, insinuazioni che alla popstar non sono andate a genio, e alle quali ha risposto con un lungo post su Instagram.

 

Yesterday's Rally. was an amazing and beautiful experience.  I came and performed Express Yourself and thats exactly what i did.  However I want to clarify some very important things. I am not a violent person, I do not promote violence and it's important people hear and understand my speech in it's entirety rather than one phrase taken wildly out of context.  My speech began with " I want to start a revolution of love." ♥️ I then go on to take this opportunity to encourage women and all marginalized people to not fall into despair but rather to come together and use it as a starting point for unity and to create positive change in the world. I spoke in metaphor and I shared two ways of looking at things — one was to be hopeful, and one was to feel anger and outrage, which I have personally felt. However, I know that acting out of anger doesn’t solve anything. And the only way to change things for the better is to do it with love.  It was truly an honor to be part of an audience chanting “we choose love”. 🙏🏻🇺🇸♥️🙏🏻🇺🇸♥️🙏🏻🇺🇸♥️🙏🏻🇺🇸♥️🙏🏻🇺🇸 #revoltutionoflove♥️#revolutionoflove♥️*******************************************************

Una foto pubblicata da Madonna (@madonna) in data:

 

La rettifica - “Non sono una persona violenta, ed è importante che la gente capisca qual era il senso del mio discorso, dal quale è stata estrapolata una frase fuori contesto. Ho iniziato il mio discorso parlando di una rivoluzione dell’amore, e ho poi parlato della possibilità di usare questo evento per incoraggiare le donne e tutte le persone marginalizzate a non disperarsi, ma ad unirsi per creare un cambiamento positivo nel mondo” ha spiegato Madonna.  La regina del pop ha quindi ribadito qual è la sua posizione: “Ho parlato in modo metaforico, ed ho espresso due possibili modi di reagire: mostrandosi speranzosi, o esprimendo il proprio rancore, che è quello che ho fatto io. So che agire per rabbia non risolve nulla, e l’unico modo per cambiare le cose è invece far spazio all’amore”.

 

L’ennesima provocazione - Miss Ciccone, come gran parte dei suoi colleghi, non ha mai nascosto una forte avversione nei confronti del Presidente Donald Trump. L’interprete di “Material Girl” ha appoggiato apertamente la candidatura di Hillary Clinton alla presidenza, giocando spesso la carta della provocazione in campagna elettorale: dopo aver posato nuda per sostenere la candidata democratica, nel mese di ottobre, durante lo show di Amy Schumer del quale era ospite, la cantante americana promise sesso orale in cambio di voti per la Clinton. Anche in quel caso, la sua dichiarazione fece scalpore.

Leggi tutto
Prossimo articolo