Pearl Jam, Tupac e Yes entrano nella Rock and roll Hall of fame

Tra le band premiate ci sono i Pearl Jam: nella foto la loro esibizione al Global citizen festival di New York, nel 2015 (Getty Images)
1' di lettura

Tra i nuovi ingressi anche Joan Baez, Journey ed Electric Light Orchestra. Premio speciale al frontman degli Chic, Nile Rodgers. Che però non nasconde la parziale delusione...

Una classe piuttosto variegata quella degli artisti che entreranno nel 2017 nella Rock and roll Hall of fame, la galleria di Cleveland (Ohio) che celebra le più grandi star della musica di sempre. A ricevere l'ambito riconoscimento saranno infatti la cantane folk Joan Baez, la grunge band Pearl Jam, il rapper Tupac Amaru Shakur, e gli alfieri del rock Journey, Electric Light Orchestra e Yes. Gli Chic non sono tra i gruppi ammessi, ma il loro frontman, Nile Rodgers, riceverà un premio speciale, l' “Award for musical excellence”. La cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 7 aprile 2017 presso il Barclays center di Brooklyn, a New York.

 

I criteri di ammissione - Per poter entrare a far parte della Rock and roll Hall of fame i musicisti devono avere pubblicato il loro primo singolo almeno 25 anni fa: a scegliere i premiati sono i fan e una giuria di 900 esperti dell'industria musicale. Le selezioni sono molto difficili da superare, e anche quest'anno la lista degli esclusi è molto lunga: tra i candidati a ricevere l'onorificenza c'erano anche The Cars, Depeche Mode, Jane's Addiction e Janet Jackson. Il rapper Tupac, noto per i brani di denuncia sociale e morto tragicamente a 25 anni, e il gruppo alternative dei Pearl Jam entrano invece al primo tentativo: per loro il 2017 era il primo anno "utile" in cui essere candidati, e sono in assoluto i primi artisti esplosi negli anni Novanta ad essere ammesi nel gotha della musica.  

 

La reazione degli artisti - Per gli Yes, considerati gli esponenti più influenti del progressive rock inglese, si trattava invece della terza nomination: “È un po' come aspettare un treno. Non mi dispiace aver atteso un po', credo che questo sia il momento giusto”, ha fatto sapere il chitarrista della band Steve Howe a "Rolling stone". Anche i Journey, autori della hit “Don't stop believin'”, prima di quest'anno, non erano mai stati tirati in ballo per il riconoscimento: “Non me lo aspettavo. Se non ti aspetti qualcosa e poi arriva è ancora più bello. Sono onorato, siamo tutti onorati”, hanno dichiarato nello stesso articolo a "Rolling stone". Si sono detti sorpresi anche la cantante folk Joan Baez, attiva da oltre 50 anni in campo musicale, e Jeff Lynn, attualmente in tour con gli Electric Light Orchestra dopo 30 anni lontano dalle scene.

 

La delusione parziale di Nile Rodgers - Stato d'animo diverso invece per Nile Rodgers, che non sarà premiato assieme alla sua band, gli Chic, uno dei gruppi funk e disco più rinomati negli anni '70: “È come se mi avessero tirato fuori dal mio gruppo - ha detto a "Rolling stone" - e mi avessero detto 'sei meglio degli Chic'. Sono onorato, ma mi sento come qualcuno a cui abbiano messo il salvagente lasciando annegare la sua famiglia”.

Leggi tutto